Utente 146XXX
Buongiorno Dottori! Ho già posto una domanda in merito alle extrasistoli che mi creano ansia ogni giorno ultimamente, ma ora volevo chiedere un consiglio in merito ad un nuovo sintomo. Avverto delle fitte forti, tipo bruciore, sempre nello stesso punto del torace, nella zona sinistra del cuore. Appaiono un paio di volte al giorno. Mi chiedo se vanno associate al senso di vuoto (extrasistole??) che avverto sempre nella stessa zona moltissime volte al giorno..come un calo del battito, della pressione del cuore o un rallentamento (scusate i termini poco tecnici!) che si ripercuote con un vuoto nello stomaco..questa situazione mi terrorizza!! Premetto che non fumo, peso nella norma, cammino dopo cena, ho molte attività sociali e varie responsabilità, però avverto un calo di energia da quando ho questi sintomi! Noto che questi eventi sono spesso associati a necessità di andare al bagno o meteorismo. Ho già fatto una visita cardiologica in cui hanno letto recenti esami del sangue, tiroide, ecg, ecocolordopler, tutti nella norma (solo il valore di omocisteina è a 24 per cui assumo citofolin) e registrate extrasistoli all'holter 24h (fatto a novembre)...ora mi chiedo se questi esami sono sufficienti per garantirmi la salute del cuore o se devo fare altro. _Inoltre pensate che mi passeranno mai queste extrasistoli che mi hanno cambiato l'entusiasmo di affrontare i mille impegni? Grazie mille per la cortesia nel risp!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
se le extrasistoli da lei avvertite sono talmente numerose, da invalidare in parte la sua qualità di vita, è opportuno che lei si consulti con il collega che l'ha in cura per una eventuale terapia farmacologica.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 146XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio Dottore per la risposta. La aggiorno sulla mia situazione dopo visita cardiologica. Dall'ecg pare che il mio cuore stia bene, si è solo evidenziata una spiccata sensibilità al respiro, nel senso che i miei battiti, a detta del cardiologo, aumentano molto velocemente sui 115 al minuto se respiro velocemente. Mi hanno detto solo di imparare a controllare il battito con la frequenza della respirazione. Da qualche giorno, per altro molto intenso a livello di stress e nervoso, non avverto più questa sensazione di tuffo al cuore...restano però quelle fitte dolorose nello stesso punto del torace vicino al cuore...che sarà? Noto che quando mi rilasso e mi fermo a pensare ai miei battiti mi percorre una scossa di paura...può quindi essere che appena il corpo e la mente si rilassano il cuore cominci a dare extrasistoli? Grazie mille...il vostro parere mi dà molto conforto..