Utente 382XXX
Gentili medici,
Vi scrivo in quanto presento un'asimmetria del viso, causata da un differente spessore dei muscoli che ricoprono la mascella; in particolare quello dx risulta più grosso. (esame ecografico esclude patologie).
Vorrei sapere se è possibile ricorrere ad un intervento chirurgico in una struttura ospedaliera, quali sono le sue caratteristiche (durata degenza, tipo anestestia) e se, nell'occasione, è possibile procedere ad assottigliare ambedue le masse muscolari.
é questo argomento di pertinenza della Vostra specialità?
Molte grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.,
la Sua situazione può essere risolta sia dal punto di vista chirurgico (asportazione di parte della massa muscolare), che medico (riduzione della massa muscolare mediante tossina botulinica).
Devono prima essere individuate la causa del problema e le indicazioni al trattamento.
Le consiglio di visitare il sito web www.sicmf.org per trovare la Struttura Sanitaria a Lei più vicina.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dr Miotti,
La ringrazio molto per la cortese risposta. In particolare vorrei sapere se la seconda opzione ha delle particolari controindicazioni. Il problema è infatti eminentemente estetico e affrontare un intervento mi spaventa un pò, specie dopo gli ultimi eventi di cronaca. Dovrei sottopormi, immagino, ad anestesia totale. La degenza sarebbe di parecchi giorni? Viene eseguita una simulazione dell'aspetto finale del viso?
Grazie per la cortesia adottata nel rispondermi.
La saluto cordialmente
[#3] dopo  
4165

Cancellato nel 2015
Gent.mo Utente,
le assimetrie del volto causate da aumento di volume muscolare senza apparente significato patologico devono essere inizialmente be inquadrate dal punto di vista clinico e strumentale (esame clinico ed esami strumentali quali, ad esempio, la RM), una volta formulata la corretta diagnosi e valutata l'entità dell'assimetria si potrà decidere sull'eventale terapia chirurgica.
Tale terapia può essere quella di asportare una parte del muscolo interessato, quella di utilizzare la tossina botulinica per paralizzare temporaneamente il muscolo e quindi ridurne od azzerare la sua funzione, o quella di eseguire un camouflage del volto. Tutte queste possibilità non sono scevre da rischi e devono essere attentamente illustrate e discusse.
La ringrazio per la sua richiesta,
distinti saluti
Massimo Maranzano
[#4] dopo  
Dr. Antonio Maria Miotti
28% attività
0% attualità
12% socialità
UDINE (UD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Gent.mo Sig.,
per rispondere al Suo quesito, per quanto riguarda l'intervento chirurgico si ricorre abitualmente all'anestesia generale ed al ricovero, anche se per pochi giorni.
La simulazione dell'aspetto finale può essere effettuata, ma non è opportuna perchè non è detto che ricalchi esattamente la realtà post-operatoria.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Demetrio Germanò
24% attività
0% attualità
8% socialità
MESTRE (VE)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Gentile paziente,
concordo con quanto detto dai colleghi,
aggiungo che nel suo caso,un lipofilling (iniezioni di adipe nella zona ipoplasica)potrebbe essere un'altra soluzione, l'intervento viene eseguito in anestesia locale senza cicatrici apprezzabili,
cordialmente,
Dr. Demetrio Germanò
[#6] dopo  
Utente 382XXX

Iscritto dal 2007
Nel mio caso si tratta di ridurre il muscolo di dx. grazie.