Utente 163XXX
Cari Medici.
Sono un ragazzo di 27 anni con alcuni problemi nella sfera sessuale.

Vi racconto un po la mia storia:
non sono più vergine da 4 anni. Le prime storie che ho avuto sono state brutte dal punto di vista sessuale e più volte sono stato lasciato per problemi di ansia. Sto da 4 anni con una ragazza, l'unica con la quale sia riuscito ad avere una vita sessuale fantastica. Mi sono laureato l'anno scorso e da nove mesi ho cambiato vita entrando a lavorare in uno studio di architettura. Faccio il pendolare tutti i giorni dalle otto del mattino alla sera tardi. Prima eravamo sempre insieme e non avevo paura di fallire. ora sono cambiati tutti i tempi. Ora il fine settimana è divetato l'unico momento e per me una sorta di scadenza .....sono stati quattro anni fantastici ma da questi 4 mesi ho "qualche" problema di erezione. vi chiarisco.

Sono seguito da un urologo, il quale ha detto che a livello fisico non ho problemi di alcura natura. un andrologo, che dice le stesse cose e mi ha dato una sorta cura per combattere un po l'ansia (EZEREX e PANARTEM PLUS per due mesi). Ha fatto effetto la settimana scorsa e poi sono ripiombato in crisi senza alcuna ragione apparente. sono caduto in depressione appena terminato il rapporto.... ma vi rendete conto?

Chiarisco ulteriormente: so di vivere male il sesso, so di essere ansioso, ma cosi non mi aveva mai preso. non dormo, se dormo mi sveglio ansioso e teso. ci penso sempre e non è più naturale. sono stanco sempre e stressato. teso a livello muscolare e non riesco a spegnere il cervello.

Chiarisco ancora meglio: non è che non faccia sesso. (é appena una settimana che non ho rapporti), ma mi sento male, e anche dopo che o facciamo mi carica subito la tensione. Ora ad esempio penso: chissà se riuscirò a rifare l'amore....

tra qualche giorno farò un consulto psichiatrico, ma sto perdendo la mia ragazza a causa delle mie depressioni e caz...ate mentali.


Le mie domande sono.

1. dopo quattro anni molto buoni come si può cadere ancora in queste situazioni?
2. ne posso venire fuori tranquillamente e rifare l'amore con lei?
3. quale tipo di trattamento: farmacologico o psicologico?

Ne posso USCIRE e posso stare tranquillo?
Come ho fatto a ridurmi cosi???
Mi sono preso un esaurimento?
Aiuto!!!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
se il suo problema erettile deriva da cause psicologiche, il rimedio principe e sentire codsa le dice uno psicologo. Questo è un parere via e.mail senta cosa dice il collega andrologo.