Utente 148XXX
Cari Dottori,
é da anni che mi ritrovo a dover curare la balanite per brevi periodi. La cosa che più mi preoccupa è che ho avuto simili problemi sia con la mia precedente partner che con l'attuale. E' possibile che il mio problema sia recidivo e che si presenti solo in condizioni favorevoli? e cosa fare per essere certi che il problema parta sempre da me? L'unica volta che ho fatto un esame dermatologico non si riscontrarono funghi o batteri.
Poche settimane fa la mia fidanzata si è sottoposta ad un pap test per verificare la eventuale presenza di infezioni genitali,dato che entrambi avevamo iniziato ad avere sensazioni fastidiose. E' stata riscontrata la candida e abbiamo seguito entrambi una breve cura con capsule di Sporanox, più altre cure da seguire personalmente. A me è stata prescritta una crema, Lorenil 2%, da usare fino alla scomparsa dei sintomi. La uso ormai da quasi un mese ma il glande presenta ancora un'unica ampia chiazza poco arrossata e il resto della superficie è di colore grigio-bianco. Il rossore riguarda anche la parte prepuziale a contatto col glande. Nessun tipo di fastidio/prurito. I rossori non sono sempre visibili. Mi chiedo se è il caso di insistere ancora con la crema o se smettere e aspettare risultati definitivi?

Grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

Se avrà la compiacenza di dare uno sguardo al mio articolo sulle balanopostiti / balaniti
http://www.latuapelle.org/rubriche/?art=15

scoprirà che in virtù delle numerose cause NON solo infettive, sia il caso di procedere prima di ogni terapia sia necessaria la diagnosi corretta: la produca dallo specialista di riferimento quale il dermatologo venereologo.

Cari saluti
dott. Laino Roma Centro Dermatologico Venereologico
[#2] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
Dott. Laino,
grazie per la risposta. Ho letto con interesse il suo utile articolo e vorrei capire l'origine del mio problema. Innanzitutto, rispetto al mio ultimo post, vorrei aggiungere che tre mesi fa ho subito un intervento di frenuloplastica ma nessuno dei medici e chirurghi che mi hanno visitato ha mai notato una possibile fimosi.
Mi pare che le cause del mio problema possano essere associate sia a irritazioni (mi è capitato in concomitanza con periodi di maggior acidità della mia ragazza) o a micosi (il quadro tipico della balonopostite micotica da lei descritto mi fa pensare ai miei primissimi sintomi, micro-vescicolazioni e conseguenti erosioni superficiali rotondeggianti).
E' successo però negli ultimi tre giorni (avevo smesso di usare la crema Lorenil) che il rossore prepuziale che descrivevo nel primo post si stia traducendo in probabile fimosi! Il prepuzio non è più rosso ma ho notato un lievissimo restringimento e micro lesioni che però consente una normale scopertura del glande anche in fase erettiva. In più il tessuto del glande sembra indurito e più chiaro del solito.
Pensavamo, in coppia, di ripetere la cura con Sporanox, Lorenil etc, perchè la volta scorsa non abbiamo aspettato prima di avere rapporti non protetti. Crede che sarebbe rischioso, inutile o superficiale come scelta?
Ovviamente consulterò prestissimo un dermatologo ma mi piacerebbe sapere qual'è, secondo lei, la risposta a questo nostro calvario, potrei dire, continuo. Intanto continuo a usare Lorenil crema che mi sembra fermare il processo irritativo-micotico.
Inoltre vorrei chiederle se in tutti gli studi medici privati si può usufruire del SSN (sono esente) o bisogna per forza aspettare un probabilissimo lungo turno presso l'ASL.
Grazie.