Utente 168XXX
Gentile Dottore eseguendo la palpazione noto un certo rigonfiamento duro nella parte posteriore del testicolo dx, con un leggero dolore anche alla parte interna della coscia dx.
Premetto che per motivi di lavoro sono fuori dall'italia e rientrerò a fine ottobre.
Cosa potrebbe essere e se posso resistere fino ad ottobre.
In attesa di una Vs risposta distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutti i "rigonfiamenti duri" a livello di un testicolo non devono essere sottovalutati e meritano sempre una attenta, diretta e rapida valutazione da parte di un esperto urologo od andrologo.

Nel frattempo le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Qui potrà trovare tutte le raccomandazioni, date dal National Cancer Institute statunitense, su come fare correttamente l'autopalpazione del testicolo.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 168XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille della celere risposta, stamattina mi ha visitato un Dottore Militare
eseguendo la palpazione mi ha rassicurato che non è niente di grave, visto che la parete dura e nella parte inferiore del testicolo, la parte che collega il testicolo allo scroto.
Infine tramite un Dottore americano, mi ha effettuato una ecografia con una macchina portatile non rilevando niente di anormale.
Mi ha sottoposto ad una cura di tre giorni con IBRUPOFENE "MOMENT"
Le chiedo alla luce di ciò posso stare tranquillo e aspettare la fine del mio mandato a Novembre, ed effettuare una visita specialistica al mio rientro in Italia?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Penso che la valutazione fatta, seguita ad un ecografia negativa per gravi problemi urologici, sia un dato tranquillizzante e quindi può aspettare tempi migliori per fare una più mirata visita specialistica.

Segua ora le indicazioni terapeutiche ricevute.

Sempre un cordiale saluto.