Utente 400XXX
Buongiorno Dottori!
Sono una donna affetta da artrite reumatoide, diagnosticatami soli 2 anni fa e in terapia con Arava 20 mg e Medrol 4 mg, o meglio, inizialmente eravamo partiti col Medrol 16 mg, poi via via il mio reumatolo me l'ha dimezzato sino a giungere 2 mesi fa a 4 mg ...
All'immunosoppressore e al cortisone mi è stato associato anche l'omeprazolo e Adronat 70 mg 1 volta a settimana + calcicol D3... Soffro inoltre di ipertensione tenuta a bada col Lodoz 5 mg la mattina e lo Zantepress 30 mg la sera (anche se ora che è estate prendo solo il Lodoz 2,5 mg)

Inizi Giugno 2007 mi hanno sostituito l'omeprazolo col lansoprazolo perchè più economico, conseguenza di tale cambio una reazione allergica, inspiegabile a quasi tutti i medici e farmacisti che conosco, fatto sta che ho avuto eruzioni cutanei e un fortissimo prurito, solo al secondo gg di flebo con Bentalan e Tad 600, nonchè l'antistaminico per bocca ho iniziato ad avere sollievo a quella reazione allergica ... In tutto ho fatto 4 gg di flebo e sospeso la mia cura per l'artride reumatoide per 8 gg, dopo ho ripreso, sotto indicazioni del mio reumatologo con 10 mg di Arava e da 4 mg di Medrol iniziali dopo 15 gg sono passata a 2 mg di Medrol. Il mio reumatologo, voleva dare un po' di tregua al mio organismo ... sospeso del tutto Adronat, Calcol D3 e ripreso l'omeprazolo ...
Nel mentre faccio il prelievo e avevo la PCR +12, la V.E.S. dopo un'ora 46 ... Aspettavo passasse un mese per rifare il prelievo, che cmq faccio ogni tre mesi ormai da un anno, due anni fa ogni mese per i controlli di routin di Emocromo, PCR, transaminasi, VES, e altri che ora non ricordo, tutti nella norma ...
Tutto sembrava essere tornato alla norma, se nonchè...
Inizi Luglio 2007 poco prima del prelievo di controllo ginocchio dx gonfissimo (mai successomi prima, poichè l'artrite mi è comparsa con dolori a piedi, mani e in parte anche alla colonna vertebrale), febbre 39° C, portata subito giù con antinfiammatori ... risospendo l'Arava, prendo 8 mg di Medrol e inizia il problema dell'antibiotico da somministrarmi, dato che a Macrolidi e Cefalosporine e nn ricordo quale altra famiglia d'antibiotici e/o pennicilline risulto essere allergica ...
Ora la mia domanda è:
"L'Artrite reumatoide mi ha resa un soggetto allergico?"
E non parlo di allergie da polline, o come dire, di stagione ... ma allergica ai farmaci?
Il mio sistema immunitario è impazzito? Attualmente stiamo cercando di capire a quale antibiotico "superstite" io non sia allergica, purtroppo non con test o analisi, bensì somministrazione diretta, insomma stiamo provando uno per volta le famiglie d'antibiotici ... (A tal proposito nn è rischioso così??? Ma mi dicono che non c'è altro modo, è vero?)
Sono molto preoccupata, non vorrei la reazione a questo o quel farmaco fosse solo il sintomo d'una causa scatenante tacita e ancor non manifesta ... In fondo, anche per diagnosticarmi l'artrite reumatoide hanno impiegato ben 1 anno!
Infine,ogni tanto ho forte secchezza alla bocca, quando però aumento il dosaggio del Medrol passa, cmq nn si tratta di poca secchezza, ma è come se si azzerasse quasi del tutto la salivazione, sono infatti costretta a sorseggiare di continuo acqua ...
Inoltre, ultimo appunto: I capillari agli arti inferiori sono sempre più sottili e spesso mi ritrovo con ematomi, come se continuamente avessi subito traumi, e anche gli infermieri si lamentano sia al prelievo, specie quando ho dovuto fare delle flebo di vasi sottili ... E' anche questo da associare all'artrite reumatoide?

Ringrazio sentitamente tutti i Medici che mi risponderanno!



Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Corica
40% attività
8% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
L'artrite reumatoide è una malattia altamente variabile, che può andare da una lieve malattia pauciarticolare di breve durata a una poliartrite distruttiva e progressiva associata a una vasculite sistemica. Alti titoli di fattori reumatoidi danno maggior interessamento articolare e manifestazioni extrarticolari.
La vasculite è importante nello sviluppo dei noduli reumatoidi e della sinovite.
La secchezza alla bocca(xerotomia) può essere secondaria alla artrite reumatoide o potrebbe essere dovuta a una Sindrome di Sjogren primitiva concomitante alla AR.
Sarebbe interessante sapere se vi è anche secchezza oculare(xeroftalmia), a questo punto.
Una Sindrome di Sjogren, a volte, può simulare una AR.
L' uso di farmaci immunomodulatori come la leflunomide è indicato come farmaco attivo antireumatico in grado di modificare il decorso della malattia e bisogna valutare oltre che l'efficacia anche il fattore rischio/beneficio e necessita di frequenti controlli della crasi ematica.
Il suo quadro è complesso e merita di sapere delle malattie concomitanti(vedi l'ipertensione arteriosa, l'osteoporosi secondaria alla terapia cortisonica, una eventuale calcolosi colecistica, ecc.).
La reazione avversa ai farmaci deve tenere conto di eventuali alterazioni organiche, interferenze tra i vari farmaci che vengono usati.
E' vero, però l'unico modo per provare i farmaci sono i test di tolleranza, sotto stretto controllo medico dell'allergologo, naturalmente.