Utente 401XXX
Salve,
il mio problema è iniziato i primi di Aprile:
prurito e secchezza delle palpebre, lacrimazione, taglietti con crosticine sugli angoli interni degli occhi e gonfiore al risveglio.
Tutto questo fino ad arrivare a fine Maggio, quando al risveglio avevo grande difficoltà ad aprire gli occhi per il dolore e il pus.
Ad una prima visita dermatologica la diagnosi è stata: allergia. Ho preso antistaminici e pomata al cortisone per una settimana, ma nessun risultato.Torno a fare una visita e la seconda diagnosi è stata:Herpes! Dopo una settimana la situazione non era migliorata e vado a fare un'altra visita e questa volta la diagnosi è: blefarite.
Torno a casa con la nuova cura (e sempre meno soldi!!!), dopo 3 giorni sto molto meglio e dopo una settimana è tutto dimenticato.
Passano 8 giorni, il prurito e il gonfiore ricominiano, contatto l'ultimo medico che mi ha visitata, il quale mi consiglia di continuare ancora con la cura (impacchi di camomilla e Gentalyn).
Tutto si risolve ma dopo una settimana tutto ricomincia, allora torno sempre dall'ultimo dermatologo che mi ha visitata e mi dice che forse si tratta di psoriasi!!!. Inizio la nuova cura (Locoidon) e risultati sono sempre gli stessi: sto bene qualche giorno e poi si ricomincia.
sono 15/20 gg che applico Locoidon sulle palpebre, ma il prurito, il rossore e il gonfiore stanno aumentando di nuovo. Cosa devo fare? che cosa ho realmente???
Se può essere utile, vi informo inoltre, che come crema idratante utilizzo Saugella, mi lavo il viso solo con acqua e sapone, e per 2 mesi (da Aprile) non ho usato cosmetici che ora però utilizzo poche volte a settimana (solo rimmel).

Vi ringrazio in anticipo la risposta sperando di trovare presto una soluzione.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

la sua situazione merita una risposta diagnostica il prima possibile:

non comprendo proprio come si possa avere ad ogni visita una diagnosi completamente dissimile:

- il termine blefarite non vuol dire proprio nulla, o meglio, sta a significare una affezione della rima palpebrale che deve essere chiarita.

- la psoriasi non dà nè prurito nè ciò che spiega come "crosticine al risveglio", nè lacrimazione, nè tantomeno gonfiore al risveglio

- l'herpes non è di solito bilaterale d'emblèe ed ha un quadro molto chiaro e non confondibile soprattutto all'esordio

- nessuno ha fatto diagnosi di impetigo, la quale con tutta probabilità ma in via non vincolante) ha sovrapposto un quadro precedente che comunque deve essere chiarito

- la blefarocongiuntivite allergica non può essere diagnosticata fintanto che non si performino dei test allergici specifici I QUALI SONO INELUTTABILMENTE : PRICK TEST INALANTI PER POLLINI E POLVERI e PATCH TEST per valutare allergie con sostanze chimiche (trucchi, profumi, cosmetici ed altro)

il tutto può essere eseguito dal DERMATOLOGO che, ripeto, DEVE fare diagnosi agevole di questo tipo di patologie.

Ora, spero che abbia il quadro un pò più chiaro e tale da consentirle di recarsi a nuova visita dermatologica con la speranza (stavolta..) di risolvere in fretta il suo problema.

cari saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA


[#2] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Gentile signorina,
sono a Roma il prossimo 25 luglio,
se vuole provo a fornirLe un consulto, relativamente alla blefarite.
a presto
PROF LUIGI MARINO
PRIMARIO OCULISTA
ISTITUTO AUXOLOGICO ITALIANO
MILANO
[#3] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2007
Grazie mille per la vostra celere risposta!

c.a. Dott. Luigi Laino
Per quanto riguarda i PATCH TEST, li ho fatti circa 2 anni fà e sono risultati negativi; in settimana cerco di fare i PRICK TEST, e poi se non le dispiace, le farò sapere.


c.a. prof. Luigi Marino
Mi può confermare se la trovo presso la Clinica PRIMAVISTA in Via SICILIA - ROMA. Devo prendere appuntamento?


Distinti saluti, Angelique
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Non mi dispiace affatto..lavoro in questo servizio proprio per questo !
Mi tenga aggiornato sull'esecuzione dei test che può eseguire sia in ambito privato che pubblico e su questa condizione che a mio avviso rimane di esclusiva natura Dermatologica.

cari saluti.
Dott. LAINO
Ricercatore Dermatologo, ROMA

[#5] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dott. Laino,
ieri ho eseguito i Prick Test, di cui le mostro i risultati:

GRAMINACEE:
- miscela +++++

MICOFITI: ++

EPITELI:
- gatto ++
- cane ++
- piume ++

ACARI:
- dermat. farinae +++++++++
- dermat. pteronyss. +++++++++

ERBE:
- erba vetrila ++
- farinaccio +++

ALBERI
- olivo ++


Per quanto riguarda l'allergia ai pollini, ne ero già a conoscenza.
Per quanto riguarda la polvere, ho sempre starnutito un pò mentre facevo le pulizie di casa, ma non avrei mai pensato che la polvere o meglio gli acari potessero creare una situazione del genere (e mio marito dice che sono esagerata nelle pulizie!!)
Ora, oltre ad essere sempre più attenta nell'igiene e utilizzare guanciali sintetici, non utilizzare coperte con piume, comprare un aspirapolvere di ultima generazione ad acqua, cosa posso fare?

Ho sentito parlare dei vaccini per le allergie, mi può dare delle indicazioni in merito?
Nel frattempo quale cura devo seguire?

La ringrazio e le porgo i miei più cordiali saluti.

Angelique
[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile Angelique,

come predetto nei precednti consigli al suo quesito, ecco che i risultati di natura DERMATOLOGICO-ALLERGOLOGICA che paventavo si sono evidenziati con il test suggerito.."..potenza di Internet"!

con tutta probabilità e dalla lettura dei suoi test, pur sempre in via non vincolante e non diagnostica da questa sede telematica, abbiamo chiarito che il suo problema è verosimilmente in connessione con quello che potrebbe trattarsi di EYELID DERMATITIS di natura allergica.

Le dico subito che il PRICK TEST che ha effettuato è una metodica avanzata e molto sensibile: la crocette che ha inserito però sono un pò troppe.. sappia che la positività di questi test varia da una croce (+) = allergia presente ma di scarsa rilevanza a quattro croci (++++) allergia al massimo livello.

a questo punto sarebbe opportuno determinarsi con il Dermatologo per perfezionare i test con altri eseguibili sul sangue (validazione quantitativa - RAST TEST) e farsi consigliare la terapia migliore.

L'efficacia delle Terapie iposensibilizzanti specifiche per questi problemi è indubbia (dati su scala mondiale) e molto significativa: nel nostro centro prescriviamo con successo centinaia di questi "vaccini" all'anno con risultati costantemente significativi in termini di miglioramento della qualità della vita dei pazienti e diminuzione delle patologie allergiche associate.

Non posso fornire - e potrà capirlo da sè - altri consigli su come improntare la terapia perchè questo non spetta a questo servizio di orientamento al paziente e perchè è impossibile "immaginare" la Dermatologia, senza vederla.

cari saluti.
Dott. LAINO, Roma
[#7] dopo  
Utente 401XXX

Iscritto dal 2007
Dott. Laino

al momento la ringrazio molto per l'attenzione che ha dedicato al mio problema.
Parlerò con il Dermatologo, dal quale ero in cura, per perfezionare i test e seguire la terapia finchè non potrò fare il vaccino (dato che sto allattando la mia bambina).

Grazie mille e ci sentiamo presto (spero!!) per il vaccino che magari eseguirò nel suo centro


Saluti Angelique