Utente 165XXX
buonasera, sto avendo unltimamente attacchi di panico con tachicardia che arriva spesso a 120bm anche per diverse ore.sono state sempre un tipo sensibile adesso non riesco più a gestire questi attacchi a quindi a tranquillizzarmi.in poche parole sono spesso teso.ho eseguito anche diversi ecg ed ecocardio.tutto ok tranne il riscontro dei un blocco di branchia dx congenito.
la tachicardia è pericolosa? perchè ho paura di un arresto cardiaco quando il cuore non rallenta.il cuore alla lunga può risentirne.mi hanno prescritto lo xanax ultimanente.aggiungo che ho 33 anni ed ho un peso di 67 kg.
grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maggio
24% attività
0% attualità
8% socialità
RIVOLI (TO)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Gent.mo utente
Alcune domande
1) Ha scritto di lamentare attacchi di panico: è stato visitato da un neurologo o da altro specialista del settore?
2) Ha eseguito un ECG dinamico secondo Holter (registrazione del ritmo cardiaco nelle 24 ore) per valutare il tipo di tachicardia?
Provo a darle qualche risposta sebbene i dati siano insufficienti.
a) Se sono effettivamente presenti degli attacchi di panico o ansia la tachicardia potrebbe essere sinusale, cioè il ritmo normale ma lievemente accelerato. In questo caso la tachicardia da lei avvertita dovrebbe rispondere bene allo Xanax (o eventualmente ad antidepressivo se necessario).
b)Una tachicardia sinusale con frequenza cardiaca a 120 bpm non causa arresto cardiaco. Quindi con tranquillità ne parli con il suo medico curante.
www.salusproject.it
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
il medico curante mi ha prescritto solo un ecg sotto sforzo. aggiungo anche che ho la tiroidite di hashimoto.
cmq penso di aver stati di ansia.pensi non ha paura di farmi una corsetta xkè ho paura della tachicardi e quindi dei battiti troppo alti.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maggio
24% attività
0% attualità
8% socialità
RIVOLI (TO)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Grazie per la pronta integrazione di dati clinici.
Il suo medico ha centrato il problema in un modo molto "elegante".
La sua paura nel fare una corsa per il timore della tachicardia sarà rinfrancata da una prova da sforzo in cui il cardiologo le comunicherà che il suo cuore ha aumentato la frequenza cardiaca come succede in tutti i soggetti sani. Stia tranquillo e vedrà che la prova da sforzo verosimilmente mostrerà un cuore normale.
Se la tiroidite di Hashimoto non ha causato un aumento degli ormoni tiroidei non ha relazione con le sue tachicardie.
Continui le cure e segua le indicazioni del medico curante. Con ogni probabilità deve solamente rassicurarsi.
Grazie per l'attenzione.
www.salusproject.it
[#4] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente, una volta esclusa qualunque patologia organica, potrebbe esserLe utile contattare uno psicologo/psicoterapeuta per una diagnosi accurata di attacchi di panico o disturbo d'ansia e un trattamento efficace che, se la diagnosi verrà confermata, prevede farmacoterapia associato alla psicoterapie.

Saluti,
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maggio
24% attività
0% attualità
8% socialità
RIVOLI (TO)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2010
Sono perfettamente d'accordo con la collega Angela Pileci che ringrazio per la sua precisazione