Utente 171XXX
Dopo una serie di vigorose masturbazioni,
ho notato che la pelle intorno al glande presenta un gonfiore soprattutto nella parte destra). La sensazione è come di pelle sovrabbondante, ma non del tutto morbida intorno alla zona.

In posizione normale (pene non eretto) riesco agevolmente a ritrarre la pelle, che però non ritorna con facilità come prima.

Chiedo un piccolo consiglio prima di rivolgermi ad un medico.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Luigi Gallo
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente

sicuramente una masturbazione vigorosa può provocare uno stato di irritazione locale.
Per quanto riguarda invece la difficoltà che lei descrive nel rincappucciare il pene le consiglio viviamente una visita uroandrologica per escludere la presenza di una fimosi. A tal proposito le consiglio questa lettura:

http://www.studiourologicogallo.it/fimosi.php
[#2] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Grazie della tempestiva risposta.

Devo dire che dopo la mattinata e dopo aver passeggiato, la situazione è leggermente migliorata: noto che il rigonfiamento è leggermente diminuito.

C'è da dire che la difficoltà nel rincappucciare il pene con la pelle mi è parsa dovuta sia dal rigonfiamento stesso, sia da uno stato di secchezza dovuto probabilmente a lavaggi con detergenti. In passato, infatti, non ho mai sofferto di questi problemi.

Non ho dolori, se non una punta di "stanchezza" dovuta probabilmente all'attività masturbatoria.

Insomma, potrei considerare questo gonfiore come una specie di ritenzione di liquidi o infiammazione?

Vorrei attendere per vedere se il rigonfiamento passa.

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Luigi Gallo
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente

è difficile rispondere alle sue domande da questa postazione.
Considerato che molto probabilmente non lo ha mai fatto, consulti il urologo-andrologo di fiducia.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

le sue ultime osservazioni possono essere utili a rivalutare il suo problema ma ora segua le corrette indicazioni ricevute dal collega Gallo che mi ha preceduto.

Infine ulteriori informazioni sull'eventuale presenza di una "fimosi" può trovarle nell'approfondimento del collega Maio:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42220.

Ancora altre notizie su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini può trovarle consultando anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 171XXX

Iscritto dal 2010
Grazie

c'è da dire che attualmente la situazione sembra essersi normalizzata (direi al 99%), con la pelle tornata alla sua elasticità iniziale, e il gonfiore sparito.

Anche la sensazione di "intorpidimento" è sparita, facendomi pensare ad una situazione di stress.

In ogni caso sto valutando una visita, da programmare, anche perchè mai fatta in vita mia, e anche per fare un controllo generale.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene le notizie che ci invia sono tranquillizzanti.

Fatto comunque il controllo andrologico previsto poi ci aggiorni, se lo desidera.