Utente 172XXX
Salve a tutti e grazie per la cura che mettete nel seguire questo sito.
Vorrei chiedervi se esiste un modo, uno qualsiasi, per portare ad aumentare la circonferenza del pene, poichè sono sicuro che le dimensioni del mio pene, almeno per quanto riguarda la larghezza sono ridotte o quanto meno insufficienti a far raggiungere con facilità l'orgasmo ad una donna.
Aldilà del consulto con un andrologo che ho già intenzione di fare quello che mi interessa sapere è se è possibile aumentare la circonferenza o no.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
si è possibile, ma non è bello, nel senso che il pene dopo intervento assomiglia ad una penna a biro. Poi bisogna valutare se lei ne ricava benefico in termini di relazionalità con l' altro sesso o meno. In altre parole bisogna valutare in ogni intervento di chirurgia estetica (come questo) la possibilità di trovarsi di fronte ad una personalità alla Michael Jackson, che non ne aveva mai abbastanza di farsi operare ed è morto per quello. Per questo serve uno psicologo in gamba che valuti il suo profilo di personalità unitamente ad un andrologo che la veda.
Questo è il mio indirizzo estremamente personale non sempre condiviso: c' è chi non lo fa mai l' intervento, c' è chi lo fa sempre.
[#2] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Capisco e concordo pienamente, mi farebbe piacere avere un consulto con lei poichè sembra avere un approccio alla sua professione serio, consideri che sono rimasto un pò scottato dall'ultimo ed unico contatto con un andrologo.
Il problema è la distanza, non è che per caso le capita di lavorare anche nei pressi di Torino?
O mi può consigliare qualcuno a cui riferirmi qui a Torino?
Grazie.
[#3] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
"...dimensioni del mio pene, almeno per quanto riguarda la larghezza sono ridotte o quanto meno insufficienti a far raggiungere con facilità l'orgasmo ad una donna..."

Gentile Utente, sarà l'andrologo a valutare se le dimensioni rientrano nella norma.
Qualora fosse un problema di percezione distorta che genera idee irrazionali, ritengo opportuno consultare invece uno psicoterapeuta.
Infatti la convinzione di avere un pene non adeguato per star bene facendo l'amore può causare disagi trattabili attraverso la psicoterapia e non attraverso la chirurgia.

Saluti,
[#4] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Capisco e credo di aver sofferto e di soffrire tuttora
di questi disagi, ma purtroppo la mia non è solo convinzione tant'è che non ho parlato di impossibilità a far l'amore provocando piacere, ma difficoltà.

Io so che il raggiungimento del piacere avviene grazie ad un mix di molti elementi che possono anche bypassare determinate carenze fisiche, ma so anche che a volte certi elementi possono venire a mancare per vari motivi e in questo caso vengono fuori tutti i disagi dovuti alle carenze fisiche di cui sopra. In più se questo avviene per periodo troppo lunghi si può aumentare il disagio al punto da rovinare o deteriorare definitivamente un rapporto.

Questo per dire che non è così semplice trovare il giusto mix tra i vari elementi che portano all'orgasmo entrambi i partner, quindi non avere determinate carenze fisiche in questi casi aiuta parecchio, soprattutto nel caso si parli di partner occasionali, che non è il mio caso però.
[#5] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile utente, da ciò che scrive sembrerebbe che ci sia di più una dimensione depressiva che sfocia nel senso di colpa e nell'inadeguatezza (se l'altro non ha l'orgasmo è colpa mia perchè ho delle mancanze fisiche, sembra dire).

"non avere determinate carenze fisiche in questi casi aiuta parecchio"

ne è sicuro?
dipende invece dal peso che diamo alle questioni.

Saluti,
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
A Torino professionalmente conosco il prof. Fontana. Tenga presente che non tutti i colleghi sono d' accordo, come non tutti gli psicologi.
In effetti a me francamente non interesssa sapere se il suo pene è normale o meno, e rispondo alla collega, lei parla di un disagio, vediamo se risolvibile chirurgicamente ovvero in altro modo. Parto dal SUO punto di vista non dal MIO.
D' altra parte il sistema che seguo è quello che ha provocato meno danni e meno delusioni, ovvero più successi.
[#7] dopo  
Utente 172XXX

Iscritto dal 2010
Chiedo scusa ma intende il Prof.Dario Fontana o Gabriele Fontana, perchè pare che a Torino pratichino questi due Urologi, che fanno entrambi Fontana di cognome.

[#8] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Dario, alle molinette.