Utente 157XXX
Salve, gentilissimi dottori.
Ho deciso di aprire un nuovo topic sulla mia situazione relativamente all'operazione che ho sostenuto esattamente il 22 di Settembre. Un intervento al frenulo corto.

Questa notte è accaduta una cosa alquanto spiacevole. I dottori mi hanno detto di evitare pratiche sessuali per una ventina di giorni, ma stanotte il mio affare ha fatto tutto da sè.
Premetto che non ho sentito alcun dolore, ma soltanto l'arrivo dell'eiaculazione. In poche parole ho eiaculato durante la notte senza neanche accorgermene.
Conseguenza: il mio pene è stato inondato di sperma e io non so se quest'eiaculazione del tutto involontaria possa compromettere in qualche modo l'esito dell'intervento.
Ho cercato di ripulire il tutto con garza, acqua e sapone (nonostante abbia un glande sensibilissimo che non posso sfiorare nemmeno con un soffio), ma non ho scoperto completamente l'intero glande.

Infatti, ed è qui che comincia il mio secondo e più grave problema, nonostante quest'intervento mi avrebbe dovuto aiutare in qualche modo nello scoprire più facilmente il glande, mi sembra che la pelle del prepuzio sia alquanto stretta, quasi come ci fosse una fimosi.
I dottori hanno escluso quest'evantualità, ma io trovo davvero molto difficile scoprire il glande e non ci riesco se non uso sapone. Ho una paura matta che mi abbiano inguaiato di più rispetto alla mia situazione precedente.
Il glande lo riesco a scoprire solo dopo tanti e sacrificanti tentativi.

I miei quesiti, dunque, come avete avuto modo di poter leggere, sono due:
- è possibile che un'eiaculaizone involontaria notturna provochi qualche effetto negativo alla guarigione della ferita dovuta ad intervento per frenulo breve?
- è possibile che trovi tanta difficoltà nello scoprire il glande, nonostante l'intervento effettuato? La pelle del prepuzio mi sembra comunque molto stretta...

In attesa di soddisfacenti risposte,
porgo a tutti voi cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,l'eiaculazione notturna che riferisce,non ha creato alcun problema per la futura guarigione.Analogamente,,considerando il giudizio tranquillizzante del chirurgo operatore,ritengo che non sia corretto drammatizzare un quadro clinico a 4 giorni dall'intervento.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille, dott. Izzo!

Dato che mi son svegliato appositamente per ripulire un pò il tutto dal "guaio notturno", ho approfittato per chiedere informazioni tranquillanti qui su Medicitalia.
Se non ci foste voi...

Ora cosa mi consiglia, dott. Izzo: di fare una pulizia del pene approfondita ora o posso aspettare il mio risveglio (ho intenzione di mettermi nuovamente a letto)?

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

ad un mio paziente che avessi operato di frenulo breve e che mi ponesse le sue domande direi di lavarsi tranquillamente con qualsiasi sapone o bagno schiuma, di asciugarsi senza strofinare e di applicare sulla ferita del frenulo un po' di pomata antibiotica ( per 4-5 giorni, non più).
Che un giovane possa eiaculare spontaneamente, nel sonno, è cosa assolutamente normale, lo sperma non può compromettere nulla.
Stia tranquillo
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille per tutte le vostre esaurienti risposte, cari dottori.

Ora vorrei mettere fine ad un altro mio dubbio.
Quando scopro la pelle del prepuzio essa si avvolge alla base del glande e diventa rossa. Così come rosso diviene il glande.

E' normale?

Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...tutto normale,per ora.Cordialita'.
[#6] dopo  
Utente 157XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille, dott. Izzo.

Ora riesco a scoprire meglio il glande, con molta più semplicità.

Non sento neanche più il dolore provocato dall'erezione notturna, ovvero il dolore causato dai punti di sutura che prima sentivo tirare tantissimo.

Ciò che noto di strano ad oggi è che la pelle del pene si sia un pò raggrinzita. Il fatto potrebbe esser dato dai lavaggi molto frequenti del pene (ogni qualvolta urino e quando faccio la medicazione)?
O è una complicazione?

Nella parte raggrinzita (che è solo una piccola parte nella parte del pene che tocca i testicoli) c'è anche un lieve rossore.

Spero possiate dirmi qualcosa di più...

Ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti.
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...senza poter osservare non e' possibile essere esaustivi ma,a naso,ritengo il caso clinico concluso felicemente.Cordialita'.