Utente 176XXX
Salve, sono un ragazzo di 26 anni, due mesi fa ho iniziato ad avvertire pruriti e lievi bruciori al glande. Ho notato la presenza di puntini rossi e di arrossamenti diffusi. Pensando si trattasse di candidosi ho applicato del gynocanesten. Tuttavia la situazione non si è risolta e il problema è tornato a manifestarsi.Inoltre la pelle del glande tendeva a diventare screpolata, e ho notato arrossamenti in corrispondenza dell'uretra.
Ho così effettuato una visita urologica dove mi è stata diagnosticata brevità del frenulo e consigliata una frenuloplastica.
Volevo,per scrupolo, avere un secondo parere: è possibile che le irritazioni ecc. derivino esclusivamente dalla brevità del frenulo?
Fino ad ora infatti non ho mai avuto problemi, e il pene in erezione non è "storto", inoltre gli arrossamenti avvengono post eiaculazione (anche in seguito a masturbazione) e si risolvono dopo che il glande viene lavato.
Ringrazio per la cortese attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,un frenulo breve,che non favorisce il normale scorrimento del prepuzio sul glande,puo' favorire un processo infiammatorio,sia primitivo che secondario.Le consiglierei,pero',di evitare il faidate e farsi visitare da uno specialista.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore, in realtà rivolgermi a uno specialista è proprio quello che ho fatto: è stato un urologo-andrologo a diagnosticarmi la brevità del frenulo.
Quello che volevo capire è se il tipo di irritazione da me indicata secondo le modalità sopra descritte è spiegabile semplicemente con la brevità del frenulo o se è più probabile che si tratti di altra malattia venerea.
Inoltre vorrei capire quanto è consigliabile e necessario un intervento di frenuloplastica.
grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...daquesta postazione mediatica,senza poter osservare,sarebbe un grave errore entrare nel merito di una diagnosi e,soprattutto della terapia stabilita da un medico reale e non virtuale.Cordialita'.