Utente 165XXX
Salve. Sono affetto da un'ernia inguinale che non mi dà particolari problemi, a parte un po' di fastidio nei giorni successivi a uno sforzo dei muscoli addominali. Inoltre, sono stato operato per un varicocele sinistro di quarto grado cinque anni fa e dopo quattro anni all'ecocolordoppler è risultato un varicocele sinistro di primo grado. Vorrei sapere se posso praticare tranquillamente flessioni ed esercizi agli addominali in palestra e la fit boxe.
Ho consultato uno specialista in Chirurgia generale e mi ha confermato la diagnosi di ernia inguinale fatta dal medico di base indicandomi l'intervento chirurgico. Non ho ancora programmato di sottopormi all'intervento perché l'ernia non mi dà tanto fastidio e non si vede, infatti all'inizio pensavo che la sensazione di peso fosse dovuta al varicocele, perché in effetti la avverto soprattutto al testicolo sinistro. Prima dell'intervento è opportuno astenersi dal tipo di esercizi sopra indicati? Comportano il rischio di recidive dopo l'intervento stesso? Che tipo di sport potrei praticare senza peggiorare la situazione?
Inoltre, è vero che con l'intervento per l'ernia inguinale si rischia la sterilità? Già la mia fertlità, come è emerso dallo spermiogramma, è critica, e con il mio urologo sto prendendo in considerazione la possibilità di rioperarmi se il varicocele dovesse aumentare e di congelare il seme se la qualità dello sperma dovesse peggiorare. In tal caso potrei eseguire insieme l'intervento di varicocelectomia e quello per l'ernia inguinale?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,...per fortuna che le risposte del collega chirurgo,in un post precedente,le definiva esaustive...Non posso che concordare su quanto il collega afferma circa l'influenza di esercizi addominali sull'ernia e,viceversa,la non correlazione tra la stessa ernia ed il varicocele.Non ci trasmette alcun dato relativo allo spermiogramma,per cui non posso esprimermmi in merito alla strategia terapeutica e preventiva da attuare.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
Infatti sono esaustive, per quanto riguarda l'area di sua competenza. Ho postato la domanda anche agli andrologi per sapere un parere circa gli sport indicati in presenza di varicocele e, poiché sono affetto anche da ernia, per capire, sentendo anche il parere dell'andrologo, se è il caso di sottopormi a due interventi nella stessa seduta operatoria. Questo ovviamente non sostituisce la visita dall'andrologo che valuterà, dopo i prossimi spermiogramma ed ecocolordoppler, se è il caso di operarmi. Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la correzione di una ernia inguinale e di un varicocele sinistro recidivo dovrebbero essere effettuati nel corso dello stesso intervento chirurgico sia che l'ernia sia a destra che a sinistra.
Può essere utilizzata una semplice anestesia locale o regionale senza grosse preoccupazioni
cari saluti
[#4] dopo  
Utente 165XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille! Un suo collega chirurgo mi diceva però che a volte fare due interventi insieme può avere degli svantaggi. Quali sono?