Utente 178XXX
Esordisco ringraziando preventivamente i medici avranno qualche minuto da dedicare al mio post
La mia vita sociale è piuttosto scarsa, quella sessuale è pressochè inesistente. Ciò è dovuto ad una commistione di problemi, anche seri, che sto trattando da diversi anni con uno psicologo, anche con buoni risultati, tuttavia ciò che non sono mai riuscito a togliermi dalla testa sono i miei complessi per le dimensioni e la forma del mio pene
Espongo qui i miei dubbi e vi sollecito a scrivere i vostri apprezzatissimi pareri:
- Le mie dimensioni, al culmine dell'erezione, sono di 13.5 cm sul lato sx del pene e di 14.5 cm sul lato dx (il mio pene tende leggermente a sinistra, pertanto ho un lato più lungo e uno più corto). A pene flaccido le mie dimensioni variano dei 7 agli 8 cm.......in base alle mie lunghe ricerche su Internet dovrei convincermi di essere più o meno nella media, ma guardando le altre persone nello spogliatoio della mia palestra mi sto convincendo sempre più del contrario.....in più, dopo l'attività fisica o quando sono in ansia, il mio pene si contrae e si rimpicciolisce ulteriormente. Potreste gentilmente pubblicare il link di qualche articolo scientifico affidabile che tratti il discorso dimensioni in modo esaustivo? (qualcosa di più approfondito dei soliti articoli senza fonte che si trovano in rete)
In più, ho un certo accumulo di grasso pubico, senza il quale potrei tranquillamente guadagnare un paio di cm (ho più di 4 cm di grasso pubico).....è possibile farlo scomparire attraverso della semplice attività fisica che mi faccia dimagrire (mi sono iscritto in palestra apposta!!!) o devo per forza ricorrere alla liposuzione?

-Il mio secondo problema è invece legato all'erezione in sè......il mio pene in erezione (anche quando sono molto eccitato, non è un problema di eccitazione) non riesce a "sollevarsi" in modo efficace. Cioè......mentre di norma dovrebbe stare perpendicolare al corpo, o addirittura andare verso l'alto (formare un angolo acuto con l'addome), il mio punta verso il basso con una deviazione di circa 30 gradi rispetto ad un'ipotetica retta perpendicolare all'addome.....non è curvo, anzi, è abbastanza dritto, ma semplicemente punta verso il basso.....è una cosa normale, o è un problema legato ad un deficit dell'afflusso di sangue durante l'erezione? Devo dire anche che faccio molta fatica a raggiungere e mantenere l'erezione (la perdo dopo pochi secondi.....quando mi masturbo il mio pene non è mai eretto al massimo) e non vorrei che questo fosse un indizio a sostegno della mia seconda ipotesi
Vi chiedo gentilmente di rispondere ai miei due quesiti per fugare i miei dubbi
Distinti saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,abbandoni internet e si rivolga ad un esperto andrologo che possa chiarire tutti i dubbi che L'affliggono circa la Sua sessualita'.Non credo che ,affermando chele dimensioni riferite sono nella norma per la nostra razza caucasica,riuscirei a convincerLa...Cordialita'.