Utente 118XXX
gentili medici,
alcuni anni fa mi procurai in occasione di rapporto una lesione al meato uretrale con sanguinamento.la lesione consisteva in una "spaccatina" alla punta del pene.Successivam ebbi pure uretrite ed epididimite.Consultai piu' urologi grazie ai quali risolsi l'uretrite el'epidid,un dermatologo mi prescrisse una pomata cortisonica da applicare alla punta del pene all'occorrenza e saponi vari.Gli urologi minimizzarono la lesione al meato.(uno mi fece un disegnino col quale banalizzo' la lesione)ora a distanza di tempo avverto saltuari bruciori e fastidi nella regione della punta del pene,in alternanza a fasi di quiescenza,fastidi interni al meato,come se una goccia di orina restasse imprigionata nella punta dell'uretra,e bruciori vari e sto rivalutando se riapplicare la pomata cortisonica o procedere ad una rivalutazione specialistica.In occasione della visita dissero che avevo una ipospadia a prescindere dal'evento traumatico.Alla minzione avverto lieve e trascurabile bruciore.Non ho rapporti e non so al momento il comportamento dello strumento "sul campo".Mi domando se una ferita al meato e' di per se un fatto serio,o se il senso di bruciore inerisca un fatto infettivo magari innescato proprio da questa lesione,visto che il fastidio e' anche interno.Vi chiedo di darmi una dritta e suggerirmi la branca specialistica(urologi-andrologi-venerologi)a cui girare le domande e vi ringrazio in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
La sua storia non è chiarissima ma penso che una visita uro e/o andrologica la potrebbe aiutare .
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
quadri del genere non possono essere elucidati se non in sede appropriata.

scelga il suo specialista di fiducia fra urologi e venereologi (questi ultimi dedicati alle patologie di cute e mucose genitali utili quindi ad indagare eventuali aterazioni della mucosa del glande riconducibili a stati cronici misdiagnosticati in passato, come lei ci ha descritto).

DOTT. LAINO
SPECIALISTA VENEREOLOGO,ROMA