Utente 179XXX
Egregio Dottore,

Sono un uomo di 30 anni e da qualche anno mi sono comparse una serie di puntine di grasso nella pelle dello scroto. Non ho alcun problema a livello sessuale, e per molto tempo visto le piccole dimensioni non mi sono curato del problema. Adesso alcune di queste "palline" di grasso ha raggiunto dimensioni notevoli (2 cm circa) ed inizio a preoccuparmi. L'anno scorso sono stato da un dermatologo che dopo una breve visita mi mi ha detto di non preoccuparmi e che l'unico modo per liberarmene è l'intervento chirurgico per quelle più grandi. Un paio di quelle più piccole le ha eliminate facendo un'incisione (tipo con un ago) e spremendo. Ogni tanto qualcuna ingrossa e con una piccola pressione fuoriesce sanguepus e grasso, ma dopo qualche giorno in genere si riforma.
Adesso in prossimità di dove avevo qualche pallina, a causa del mio "spremere" è come se avessi un a forte infezione, ed a differenza del solito, non sembra proprio sottocutanea, sembra che l pelle si sia indurita ed inspessita di 2cm

la mia domanda è:
1) è un problema esclusivamente dermatologico?
2) come posso risolvere questi fastidi in modo più o meno definitivo?
3) Esistono delle precauzioni da tenere per evitare la loro formazione?

LA ringrazio per il tempo dedicatomi.

Cordiali Saluti
P.D.
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le
e cisti sebacee scrotali, cisti epidermoidi,follicolari(problema certamente dermatologico) sono molto frequenti e possono essere eliminate chirurgicamente , anche con chirurgia miniinvasiva.
Non esiste una soluzione definitiva alternativa, e neppure una prevenzione praticabile , salvo la eliminazione precoce.
Si consiglia comunque di evitare le confricazioni intense , il contatto con oli, certe attività sportive (es ciclismo). Non le manipoli ,onde evitare fatti flogistici (da curare) come quello evocato dalla spremitura fai da te.
Cordialità