Utente 179XXX
Buongiorno,
Sono stata operata il 5 luglio scorso al tunnel carpale dx.
Ora va peggio di prima: i dolori sono aumentati e non ho più la sensibilità alla punta del dito medio. Ho contattato l'ortopedico che mi aveva operato, il quale mi dice che potrebbe trattarsi di una conseguenza all'intervento causa la formazione di aderenze. Ho rifatto la elettromiografia il cui esito è peggiore rispetto a quella fatta prima dell'intervento. Ora mi da "sindrome del tunnel carpale di grado severo".
Ora sto assumendo 2 caps al giorno di Nicitilene 500 (grazie al quale mi sono passati i dolori) ma sto perdendo la sensibilità anche di altri 2 dita (pollice e indice). Soluzione prospettata rifare l'intervento: mi farà un'incisione più grande della prima (mi hanno già fatto 5 punti!!) poi prima di chiudere mi applicherà un farmaco (che l'ospedale non passa e che dovrò acquistare) che impedisce la formazione di aderenze.
Prima di sottopormi ad altro intervento avrei piacere ad avere un vs. consulto in merito, in quanto non so cosa fare e sono molto preoccupata, perchè sta peggiorando ogni giorno sempre di più.
Forse sarebbe meglio che mi rivolga ad un centro apposito di chirurgia della mano?
Grazie tante per l'attenzione.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Nunzio Catena
28% attività
0% attualità
16% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2008
Gentile signora
il suo racconto depone per una recidiva della compressione del nervo mediano per cui l'ipotesi dell'intervento sembrerebbe la più adeguata per far sì che il nervo venga ben liberato dalle verosimili aderenze cicatriziali che possono causarne la compressione; credo che l'idea di apporre un antiaderenziale sia assolutamente indicata.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 179XXX

Iscritto dal 2010
Gent.mo dott. Catena, grazie tante della sua celere risposta.
Buona serata e grazie ancora.