Utente 418XXX
Salve,ringrazio ancora per la disponibilità che concedete vi rubo ancora un pò di tempo per avere qualche altra delucidazione..Attualmente sto facendo la cura prescrittami dalla Internista/Infettivologa cioè Zitromax 500mg+Rocefin 1g in iniezioni per 6 giorni ed ad oggi 26 Agosto 2007 noto che la febbre rimane sui valori di 37,5-37,6.... Ora non capisco se forse è troppo presto (ho appena fatto la terza iniezione..) per vedere qualche risultato oppure forse la diagnosi non è così giusta. Ho notato (il medico mi ha detto di prendere la temperatura a intervalli regolari..) che la temperatura inizia a salire verso le 16 per poi stabilizzarsi su 37,5-37,6 verso le 21 ed alla mattina è intorno a 36,9-37... Mi sono accorto da due giorni di avere un pò di raucedine e non vorrei che ciò sia riconducibile
a mononucleosi magari in forma non ancora acuta
o blanda (è vero che noto "visivamente" di avere il linfonodo inguinale dx sempre più piccolo ed assolutamente indolente però non so se è l'antibiotico che fa effetto oppure se ne sta andando da solo..Anche perchè ha iniziato a farmi meno male prima di fare la terapia antibiotica)in quanto spesso in casi "blandi" ho letto che il monotest non è attendibile (cioè da "falsi" negativi) in effeti dai test fatti (come ho messo nel precedente consulto) negli esami Paul Bunnel qualcosa era uscito Igg presenti: + - - , Igm presenti (limiti di norma: assenti) anche se l'infettivologa non ha dato peso alla cosa. Purtroppo il fatto di non vedere qualche risultato è frustrante, così come il fatto che non è stata fatta una diagnosi con dei riscontri certi...Mi sto tirando dietro questi Linfonodi e febbre praticamente dall'11 Agosto. Volevo un Vostro parere e vi ringrazio anticipatamente
[#1] dopo  
37134

Cancellato nel 2009
Ribadisco che l'approccio della collega che la segue è molto razionale e corretto sia dal punto di vista diagnostico che terapeutico. La febbre può dipendere da un problema virale, i suoi esami sono infatti compatibili con una forma Mononucleosica ; in questo caso la defervescenza dalla febbre è molto lenta, la malattia è' comunque benigna. La terapia antibiotica che esegue è un vero ampio spettro, quindi lei è coperto anche per una linfoadenopatia da forme infettive batteriche. Vanno indagate altre problematiche, cosa che la collega sta comunque facendo(esempio forme tubercolari etc).
Marcello Masala MD
[#2] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la risposta celere ed il servizo, seguerò il suo consiglio ed attenderò gli esiti degli esami per poi verificare insieme al mio medico il da farsi.... Grazie ancora