Utente 425XXX
Salve non sò perchè stasera sono qui a scrivere ma forse è già un passo avanti.
Ho appena compiuto 18 anni e solo ultimamente dopo diverse esperienze sono riuscito ad avvicinarmi all atto sessuale.
Negli anni passati anche se mi ci ero avvicinato non avevo mai notato certi problemi,l unico problema che ebbi era il varicocele e fui operato tramite sonda e poi nulla più.Fino a quando quest'anno ho conosciuto una ragazza che era fidanzata e dopo esserci frequentati da amici è iniziato un qualcosa di strano che è cresciuto nel tempo,ho passato otto mesi a stare appeso sul filo e per l amore che provavo per lei ad aspettare che lei riuscisse a lasciare il suo ragazzo cosa che è riuscita a fare solo poco fa e nemmeno in modo deciso.Insomma questo per dirvi che ho vissuto la situazioen molto male,stavamo nella stessa classe ogni giorno c erano mille tarantelle,giorni passati a litigare,altri a non doverci parlare perchè lei aveva deciso di rimanere con lui ed io ero li al varco ad aspettarla e a soffrire.fINALMENTE a luglio l ha lasciato ed ha iniziato una relazione con me,anzitutto lei non sapeva della mia verginità in quanto vedendomi andare con diverse ragazze pensava che io avessi fatto questo passo importante,cosa che io ho sempre cercato di nascondere visto che essendo stato suo amico sapevo delle sue avventure sessuali e questo mi spaventava molto fin dall inizio.Diciamo che durante il periodo che ci siamo frequentati in me sono nati tantissimi complessi di tutti i generi ed avevo paura di perderla perchè nonostante avesse deciso di stare con me ogni volta veniva messo in mezzo la persona con cui aveva fatto certe cose negli ultimi due anni...Il primo problema che ho accusato con lei è stato quello della eiaculazione precoce,cosa che ho notato durante il petting e quando lei spesso mi passava le mani sul mio membro tramite vestiti,non riuscivo a spiegarmi cosam i stesse succedendo ed è iniziato a diventare un pensiero costante,all improvviso mi accorgevo che forse quando mi masturbavo venivo troppo velocemente e mi veniva in mente qualche volta che in passato facendo petting con delle mie ex mi è capitato di venire.Nonostante ciò ho sempre pensato che fosse normale che magari avendo un rapporto sessuale potevo migliorare,potevo conoscere me stesso potevo essere meno eccitato e acquisire i tempi giusti.Quindi decisi di provare a fare l amore con lei,era quasi una cosa che programmammo ed infatti non ci riuscimmo,in quanto io quel giorno non riusci ad avere un erezione completa o continua e da li è iniziato il mio vero problema.Non essendo esperto di rapporti sessuali ripensavo alle mie precedenti erezioni in rapporti o in masturbazioni e mi accorgevo che forse non riuscivo mai a mantenerla costante,solo ora forse capivo che non era abbastanza per una penetrazione.Fatto sta che io con lei non sono mai riuscito a raggiungere quell erezione che a volte raggiungo masturbandomi che però non riesco a mantenere.....cosa che mi ha sconfortato non poco..
Ho iniziato a valutare l ipotesi di prendermi qualcosa,ma poi nn c è stato più modo lei ha rimesso in discussione tutto il nostro rapporto e per quanto io fossi eccitato a volte quando uscivamo e stavamo assieme il mio membro non assisteva il mio cervello anche se in quel ,momento aveva voglia di sbranarla e mangiarla.....insomma questo per dirvi che io ero attratto tantissimo e perciò non mi spiegavo perchè il mio amichetto o non mi assistesse o dopo poco venisse meno..a ciò si è aggiunto anche il fatto che lei ha iniziato a dirmi che allora era lei che non mi eccitava,ed io ho pensato che lei non si fosse accorta neppure delle volte in cui raggiungevo l erezione e quindi ho iniziato a mettere in discussione il mio membro..Insomma sono entrato in crisi e dopo aver rinunciato a lei non per questo ma perchè lei ha iniziato a ripensare al suo ex io ho capito altre cose...leggendo su internet mi sono accorto che forse potrei avere altri problemi,mi sono accorto che spesso quando il mio membro è eretto il glande è scoperto solo a metà anche se però scoprendolo con le mani non provo fastidio a,ho letto di ipersensibilità che è legata anche all eiaculazione precoce ho letto di fimosi ma io non sò che pensare,quando mi masturbavo pensavo che avendo un rapporto avrebbe acquisito elasticità e quindi sarebbe stato tutto normale,mentre per quanto riguarda l ipersensibilità non sò cosa significhi,io non provo fastidi quando il glande è a contatto con l ambiente esterno,però sinceramente non sò più che pensare,avevo deciso di non affrontare più questi dubbi finchè non ci sarebbe stata la possibilità di un altro rapporto sessuale però fatto sta che io sono innamorato di lei e non riesco a pensare alle altre!ma soprattutto non c è momento che non pensi a questi piccoli passi falsi ed ho paura di non poter mai riuscire per colpa mia ad avere un rapporto sessuale completo e quindi che deluderò le mie prossime partner!se c è una cosa che ho capito è che la prossima volta non mentirò sul fatto di essere vergine perchè questo con lei mi è costato a caro prezzo visto che lei mi vedeva esperto ed io avevo paura di deluderla sapendo che col suo ex era fuoco e fiamme...

vi ringrazio e mi scuso se sono stato un pò confuso nell esporre questi miei dubbi ma non è facile per me scrivere certe cose e perchè davvero non sò cosa pensare!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro ragazzo,la Sua storia é quella di tutti gli adolescenti che si avviano a diventare adulti.C'é chi é più "fortunato" e chi ha bisogno di maggiori "tutele",che possono essere garantite solo da una precisa conoscenza del proprio apparato genitale e riproduttivo.Il mio personale rammarico é che,in occasione della sclerotizzazione del varicocele,non sia stato "edotto" nel merito ma anche l'andrologia é stata inquinata dalla "parcellizzazione" dell'intervento.Un andrologo a tutto tondo non si sarebbe lasciata scappare l'occasione per trasmettere quei messaggi che oggi Le sarebbero stati molto utili.Comunque nulla é perduto per cui La invito a consultare uno specialista che saprà mettere ordine nei Suoi pensieri senza risvegliare i fantasmi di "epiche battaglie" degli ex di turno.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
in accordo con il collega le consiglio una consulenza sessuologica.
Cordialmente
[#3] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2007
grazie anzitutto per la risposta,ma voi pensate che il problema a livello fisico ci possa essere o è soprattutto psicologico e dovuto anche alla mia poca conoscenza di queste situazioni?

cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2007
io ho capito in questi mesi che la mente umana è un arma a doppio taglio,spesso può far male più di qualsiasi altro problema,ti porta a far diventare problemi certe cose che non dovrebbero essere tali.L inconscio condiziona la nostra vita ed è proprio per questo che prima di avviare un cunsulto medico sto cercando di tornare alla tranquillità e alla serenità che una volta mi contrastingueva,sto cercando di vivere le cose come le vivevo una volta prima di essere traumatizzato da questa storia.fORSE SU questa storia avevo messo tutto me stesso perchè uscivo da una situazione difficile,uscivo da un anno in cui avevo avuto problemi di alopecia e mi ero nascosto dietro ad una parrucca isolandomi dal mondo e da tutti,avendo paura di passare per le strade principali.Poi per fortuna tutto è passato,ho iniziato a credere in me stesso nonostante il problema che ormai mi affligge a cui ho deciso di non provare più a riparare,sono uscito allo scoperto così come sono ed è andata bene,fino a quando nella mia vita è entrata lei e mi ha scosso mi ha reso nuovamente insicuro e incerto su tutto ciò che mi riguardava.Mi sentivo di dover darle il mille per mille perchè indirettamente ero ritornato a mettere me stesso un gradino dietro agli altri,ma ora basta è l ora di reagire e di vivere serenamente perchè si può e come.
La mia emotività mi porta a vivere certe esperienze troppo tragicamente,la mia insicurezza mi porta ad esser fragile.Penso che ora come ora non devo più pensare a certe cose e quando e se ci sarà un altro sintomo di problema proverò ad affrontarlo anche con assistenza e capirò se due indizi fanno una prova o sono un fuoco di paglia..
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,non scometta con la vita ma si accerti dell'equilibrio psico-fisico-sessuale della Sua persona.Si ricordi che la sessualità non é un'idea astratta.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Dr. Daniel Bulla
48% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2003
gentile utente,
intanto complimenti: è raro trovare un ragazzo così giovane capace di leggersi dentro come fai tu. Per cui non ti devi scusare delle tue mail, ci sono tante persone che leggeranno il tuo scritto e si ritroveranno, forse anche grazie ai particolari che ci hai scritto.

Veniamo al problema. Il Dottor Izzo ha centrato perfettamente la questione portando la tua attenzione sui normali (NORMALI) vissuti emotivi che caratterizzano le prime esperienze sessuali. Sai che in un modo o nell'altro ci siamo passati tutti noi maschietti? E' solo che ce lo teniamo nascosto, non sono cose che si "sbandierano" tanto facilmente!

Qualcuno, però, si fa "travolgere" un poco dalle emozioni, e questo mi sembra proprio il tuo caso. Allora ti viene consigliato un incontro psicologico-sessuologico per aiutarti a "sbrogliare la matassa emotiva" di questo momento, soprattutto per prevenire peggioramenti futuri.

Il mio consiglio. Lascia perdere performance, erezioni, eiaculazioni, e tutto il problema fino ad ottobre, concediti un mese di relax, parlane con la tua partner: in questo mese se succede qualcosa ok, altrimenti pace! Qualsiasi cosa questo mese sarà apprezzata (anche un semplice bacio). Questo dovrebbe servirti a rilassarti (anche perchè se non ti rilassi è praticamente impossibile avere erezioni e altro...), che secondo me in questo periodo ne hai davvero bisogno!

Da ottobre ripenserai al tuo "problema", sei sempre in tempo a prenotarti una visita specialistica.

Ciao

Daniel Bulla

dbulla@libero.it
[#7] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio gentile dottor bulla,è proprio ciò che farò e ciò che intendevo fare,volevo semplicemente disintossicarmi un pò e stare sereno in modo da affrontare in un futuro un visita con la dovuta calma sapendo ed essendo consapevole che non è la fine del mondo e che si trattano di cose come ha detto lei che capitano spesso in cui la nostra mente gioca un fattore rilevante.Proprio perchè intendo sbrogliare la matassa emotiva voglio arrivare a questo appuntamento più sereno che mai pronto e determinato come lo sono sempre e stato e come lo sarò per sempre.

Naturalmente ringrazio vivamente anche gli altri dottori che hanno utilizzato il loro tempo per rispondermi..

A proposito dottor bulla penso che leggere freud quest'anno mi sia servito :)

cordiali saluti