Utente 180XXX
a maggio di questo anno vengo operato per una scafodectomia del polso dx con imissione di 2 viti autofix, in luglio dopo aver effettuato esami si riscontra una ottima stabilita, il ROM appare nettamente ridotto e il dolore assente. In data 23/10/2010 mentre lavoravo ho sentito un dolore fortissimo al polso dx, mi viene subito riscontrata una distorsione e da esami più approfonditi (tac) viene rilasciato il seguente referto: L'anchilosi dell'articolazione tra grande osso e semilunare è avvenuta. le viti sono ben tollerate ed il quadro osteo-strutturale è regolare. Discreto trofismo osseo dei segmenti scheletrici esaminati. Versamento volare nella sede dello scafoide asportato. Tendenza alla dorsalizzazione dell'epifisi ulnare rispetto al radio. Visto che la precedente operazione ha avuto esiti positivi, tutto ciò può essere conseguenza di un eccessivo sforzo nell'utilizzo dell'arto e quindi anche della distorsione? A questo punto cosa dovrei fare, e come mi devo comportare per non avere più dolore e riuscire ad utilizzare nuovamente il polso come dopo l'operazione?
Vi ringrazio anticipatamente per una vostra risposta
cordiali saluti Yuri73

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Internullo
40% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Possono suggerile di ricontattare il collega che l'ha operata, saprà senz'altro tranquillizzarla più di me che sono distante più di 1400Km. vedrà non è niente di grave, forse si sono rotte delle aderenze chirurgiche.