Utente 178XXX
Gentili medici,
ho fatto recentemente un tampone uretrale molto doloroso. L'uretra e il meato erano già arrossati e forse ciò ha acuito il fastidio.
Nei 10 giorni successivi a suddetto tampone ho notato che il getto di urina è bifido e ha più difficoltà nel fuoriuscire.
Cosa è successo secondo voi?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
è effetto della infiammazione dovuta al tampone. In poco tempo passa, terapie con antiinfiammatori non hanno molto senso, mbasta attendere
[#2] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Cavallini, lei è il mio idolo su medicitalia.
Attualmente sto patendo una prostatie abatterica i cui sintomi si erano totalmente attenuati, ma poi un massaggio prostatico (meares) prescritto dal mio medico mi ha fatto ripiombare nella disperazione in quanto il massaggio ha risvegliato la bestia. Ho spiegato meglio il tutto nel mio unico precedente consulto. Mi potrebbe gentilmente dare anche la sua opinione in merito?
La ringrazio...
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Grazie per l' idolo. La febbriciattola è tipica delle prostititi batteriche, per cui se la sua è abatterica, la febbre viene da un' altra parte. Se il massaggio prostaico ha risvegliato la bestia, magari le sarebbe tornata ugualmente, in ogni caso eviti: thgè, caffe, piccanti, alcool, fumo e stress. Utilizzi abbondantemnente thè verde e miele. E poi per per le prosdtiti meglio uno specialista, senza nuilla togliere al medico di base.
[#4] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Scusate ancora,
sono passate tre settimane dal tampone e il getto é ancora bifido o addirittura trifido.
Inizio ad essere preoccupato...
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
ha ragione si faccia vedere da un collega, che non ci sia una modica aderenza ra le pareti uretrali anteriori. Robetta comunque.
[#6] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Vedo l'urologo giovedì, che lei sappia come si può risolvere una cosa del genere?
Ho paura vi si sia creata una stenosi
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
non ha fatto in tempo a crearsi una stenosi, certo che si risolve robetta da tre secondi scarsi sew è come penso.
[#8] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Mi fido ciecamente :-) della sua opinione e la ringrazio
Se non le do noia la tengo aggiornata...
Saluti
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
son qua, robetta. Tranquillo.
[#10] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Cavallini,
purtroppo la dilatazione non ha funzionato. L'urologo ha provato l'inserimento di un tubicino lubrificato riscontrando un edema nella parte anteriore dell'uretra, provocato dall'abrasione del tampone. tale procuedura ciò non è stata purtroppo sufficiente a risolvere il problema.
In base alla sua esperienza come si potrebbe fare per riassorbire l'edema?
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Non mi è mai capitato, con una bottarella ho sempre sistemato tutto, ma se non c' è riuscito il collega, un ciclo di antiinfiammatori ed antibitici strong potrebbe avere una sua efficacia.
[#12] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Grazie ancora per le varie risposte. Vedrò di uscirne in qualche modo.
[#13] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Ho chiesto consulto anche in dermatologia-venerologia, ma non riesco proprio ad uscirne. Possibile sia sia creato un rigonfiamento permanente dovuto al trauma della mucosa?
L'urologo dice di non stuzzicare troppo la mucosa con le dilatazioni col luan che potrebbe essere controproducente, ma io continuo ad urinare a ventaglio e il glande è dolente soprattutto quando passa da stazione eretta a riposo.
[#14] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Purtroppo la situazione persiste e nessuno sa che pesci prendere, in primis il sottoscritto. Probabilmente lo stato flogistico è sostenuto dalla prostatite che è però abatterica. Ho cmq fatto un lungo ciclo di levoxacina e aulin ma la situazione non si sblocca e l'irritazione è molto fastidiosa e costante...
[#15] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
In taòe situazione meglio rivolgersi direttamente al suo urologo di riferimento, che francamente non so come cavarmela per via telematica. Essendo che la sua situazione va valutata solo dal vivvo, e pertanto si attenga a quanto detto dal collega.
[#16] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio cmq, lei è sempre molto gentile e pragmatico. Purtroppo "dal vivo" non ho avuto alcun riscontro. Non mi resta che la speranza :-O
[#17] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
macchè, mai visti grossi guai in queste situazioni, solo qualche scossiatura come la sua