Utente 181XXX
Buonasera. Si tratta di mio padre. 81 anni, ha da 9 anni un carcinoma alla prostata per il quale ha fatto cicli di radioterapia e lo sta tenendo sotto controllo con il casotex (mi pare si chiami così). Per caso e per tutt'altri problemi ha fatto un ecografia all'addome, la quale ha evidenziato dei noduli di origine secondaria ai polmoni, molto piccoli ma numerosi.
Sta facendo ulteriori approfondimenti, non è risultato niente né da altre eco all'addome, nè dalla colonscopia, soltanto la scintigrafia ossea sembra lasciare qualche dubbio, mentre l'ultima che ha fatto nel 2008 era negativa, ma la dott.ssa che lo segue dice che potrebbe trattarsi anche di artrosi e vuol fare altri accertamenti. La biopsia polmonare gli è stata sconsigliata, in quanto pratica piuttosto invasiva ed il medico sembra piuttosto convinto che si tratti di metastasi polmonari del carcinoma prostatico. Mio padre per il momento sta bene. Ora la domanda alla quale cerco risposta è banale ma la voglio fare lo stesso, che aspettativa di vita può avere una persona di questa età con questo quadro clinico? A giugno mi sposo (nonostante l'età di mio padre io ho 28 anni) e ci terrei davvero tanto che fosse lui ad accompagnarmi all'altare. Capisco che in questa situazione il mio matrimonio dovrebbe essere l'ultimo dei miei pensieri..Ma non so con chi parlarne..Grazie
[#1] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Credo che tutto dipenda dal destino, tenuto conto che l'età di suo padre potrebbe esporlo maggiormente ad accidenti vascolari. Inoltre sarebbe utile sapere il carico di malattia polmonare, il valore del PSA etc.
Mi sembra di capire che dai controlli non emergano delle criticità ed inoltre spero che oltre ad una casuale visualizzazione delle lesioni polmonari mediante ecografia addominale (solitamente se site poco sopra il diaframma), sia stata fatta una TC o Rxgrafia.
[#2] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera Dottore, grazie per la risposta.
Mio padre, nonostante l'età è una persona estremamente indipendente e lucida e che con la scoperta del peggioramento della malattia si sta chiudendo a riccio e crede di avere le ore contate. Tutto quello che so lo so dai racconti di mia madre, i suoi referti li custodisce lui gelosamente. Si mi sono dimenticata di scrivere che ha fatto anche TAC per approfondire il discorso polmoni Dalle analisi di qualche settimana fà so che il PSA era a 0,34 e che per quanto riguarda la malattia polmonare so soltanto che inizialmente erano stati visti soltanto 2 noduli, poi dalla TAC invece si è scoperto esserci numerosi noduli comunque di pochi mm. Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Alessandro D'Angelo
48% attività
4% attualità
16% socialità
FURCI SICULO (ME)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
di nulla; utilizzi se possibile l'approccio psicologico molto importante in questi casi.