Utente 180XXX
Buongiorno avrei bisogno di un parere per un problema che ho da circa un mese.
Tutto è cominciato con un rapporto sessuale non terminato con l'eiaculazione. da li sono cominciati dei forti dolori ai testicoli che dopo 4/5 giorni non accennavano a diminuire. Ho così pensato di farmi visitare da un andrologo che mi ha spiegato che erano abbastanza normali anche se inspiegabilmente cosi duraturi. nella visita mi aveva accennato ad una possibile infiammazione della prostata e consigliandomi di aspettare ancora qualche giorno che sarebbero passati. nei giorni successivi non ci sono stati miglioramenti anzi ho dovuto ricorrere al pronto soccorso perchè il livello del dolore era insopportabile. Al pronto soccorso dopo un ecografia ai testicoli mi è stata diagnosticata una piccola ciste all'idimo un leggero idrocele e un 1+ di sangue nelle urine però una prostata di dimensione assolutamente regolari. con le analisi fatte ho di nuovo rivisto l'andrologo che non ha trovato nulla di strano nella diagnosi e ha insistito con la prostatite dandomi una cura a base di unidrox (10 pastiglie) topster (7 supposte) e profluss per due mesi. e intanto i dolori continuavano forti come prima con la differenza che non erano piu continui ma a fitte molto forti. Nn soddisfatto ho proseguito a fare altri esami: un altra ecografia che questa volta ha compreso anche i reni, tutte le analisi del sangue l'urinocoltura ( anche se falsata dagl'antibiotici) e un rx al torace. in tutte queste analisi la risposta dei medici è stata "tutti gli esami sono perfetti". Ho incominciato da 4 giorni il profluss dopo aver terminato la fase unidrox e topster però il risultato non cambia. ho sempre dei fortissimi dolori che in questo momento cerco di placare con punture di toradol che mi danno sollievo per poche ore. che cosa altro posso fare? ho deciso che la prossima settimana vedrò un altro andrologo/urologo se non altro per sentire due campane.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
difficile dare un parere su un quadro tutto sommato un po complesso come il suo. Francamente se persistono delle negatività (nessun riscontro di patologia) andro-urologica, sentirei un ortopedico
[#2] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
ortopedico per cosa?

[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
problemi al bacino o alla schena
[#4] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
ritiene plausibile questa eventualità anche se io non ho nessun tipo di dolore alla schiena/bacino, nè ne ho avuti in passato e non ho neanche praticato sport o fatto sforzi che ne potrebbero aver causato l'insorgenza?grazie
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
E' un parere via internet. Se vuole lo segua, se no non lo faccia.