Utente 122XXX
Salve, premetto che 18 anni fa dopo una forte dermatite e alopecia ho fatto gli esami allergologici risultando allergica al nichel e a molti pollini: Betulla nocciolo, olivo, graminacee, parietaria, cipresso....diciamo che non sono risultata positiva solo a cane, gatto, polvere.
Nel corso degli anni e continuando a controllarmi sono aumentate le allergie allargandosi agli alimenti quali: mela, e frutta in generale, verdura cruda (anche sbucciando la patata ho dermatite su mani e rinite allergica con gonfiore degli occhi), frutta secca tutta.
ieri sera, dopo cena, ho mangiato un pezzetto di crostata con marmellata di frutta (fichi) avendola già assaggiata nel pomeriggio sono andata tranquilla ma... dopo circa dieci minuto ho sentito un oppressione alla gola che quasi mi toglieva il respiro, secchezza in bocca e forte bruciore in gola. Stranamente rispetto alle volte scorse non mi pozzicava l'orecchio destro, la voce è diventata roca e parlavo a fatica. avendo in casa il corisone scaduto ho chiamato la guardia medica ma quando è arrivata il tutto è migliorato.
Come posso comportarmi non devo più mangiare neanche la frutta e la verdura cotta? Il fatto di avere una giandola alla gola sempre un pò più gonfia e spesso fastidio all'orecchio destro cosa può significare? Mi ha visto ultimamente un otorino e mi ha escluso otiti ma spesso mi fa male e pizzica.
Grazie
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Purtroppo non ci sono certezze assolute e quindi bisogna andare con i piedi di piombo. Deve eseguire le cutireazioni con alimenti freschi e commerciali ed il dosaggio delle IgE-specifiche. In base a questi dati ed i suoi sintomi bisogna eseguire una dieta. Purtroppo la frutta anche cotta dà spesso problemi. Ci potrebbe anche essere però la frutta secca a creare disturbi.
Cordiali saluti