Utente 191XXX
Sono anni che in concomitanza di infezioni con stati febbrili , si presentano regolarmente sfoghi cutanei , anche di notevole entità , culminati a volte con difficoltà respiratorie, caratterizzati da singonfiamenti cutanei distinti da una colorazione cutanea rosata o rossastra, la parte soggetta ad eruzione cutanea risulta al tatto calda e a distanza di ore o giorni (2-3 al max )tende a dilatrasi per poi scomparire lasciando un alone roseo.

Sono stato operato di tonsillectomia , pensando che gli sfoghi cutanei fossero causati da una sensibilità allo streptococco beta emolitico di gruppo A , dopo un anno dall'operazione e di tranquillità , si sono presentate nuovamente queste "bolle" , questi sfoghi cutanei , in concomitanza con un infezione di morbillo.
Ora a distanza di un anno e mezzo dal morbillo , mi sono ritornati questi sfoghi cutanei , sputanti sempre in coincidenza di una forte influenza.
Questi sfoghi si presentano sempre ,solo ed esclusivamente in concomitanza di stati febbrili , e scompaiono allo scomparsa o all'affievolirsi dello stato febbrile.
Purtroppo il mio medico di base non sà cosa consigliarmi se non dirmi di interpellare un immunologo , in quanto non ha mai avuto casi che avessero una sintomatologia simile alla mia.

Spero che qualcuno mi possa consigliare cosa fare, o su cosa potrebbe essere , esami , esperti da consultare......ecc...

Ho 30 anni e risulta estremamente frustante ogni qualvolta si presenti un raffreddore sperare nella Non comparsa di questi sfoghi cutanei.

Sono allergico all'acido Acido salicilico e sensibile ai FANS .
Risulto fortemente allergico agli antistaminici ma non ai cortisonici.

Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Dalla Sua descrizione sembra trattarsi di una forma cutanea che si scateni proprio in concomitanza di infezioni. E' una risposta di ipersensibilità che compare per via dell'infezione ma in forma aspecifica e non dovuta ad un antigene particolare. E' simile ad un dermografismo dove si ha una liberazione di mediatori che provocano i disturbi. Si potrebbe testare un antistaminico altrimenti vanno bene anche i cortisonici.
Cordiali saluti