Login | Registrati | Recupera password
0/0

Massaggio prostatico

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2010

    Massaggio prostatico

    Buongiorno, sono una ragazza di 22 anni, e nonostante il mio "sesso femminile" avrei delle curiosità (e dubbi), sul massaggio prostatico, che non riesco a togliermi.
    Ho letto, su internet che il massaggio prostatico consiste nel massaggio della prostata per via rettale, tramite l'ausilio di un dito ben lubrificato.
    Ho letto inoltre che tale massaggio viene effettuato in molti casi, per esempio per poter analizzare il fluido prostatico.
    La mia domanda è questa: siccome la prostata viene dichiarata come "punto G" dell'uomo e si legge moltissimo sul web di quanto sia piacevole, erotico ed eccitante per l'uomo farsela toccare e massaggiare al fine di raggiungere un orgasmo più intenso ed eccitante; mentre lo specialista pratica il massaggio prostatico a fini medici, può insorgere nell'uomo l'orgasmo?
    Sempre su internet ho letto che se lo si pratica esclusivamente a fini medici, ciò non dovrebbe succedere, è vero?
    L'uomo sente tanto piacere nel massaggio a fini medici, tanto da doverlo assolutamente ripetere (a scopi sessuali)?
    Possono insorgere psicosi o manie ossessivo-compulsive legate alla sessualità, dopo massaggio prostatico a fini medici?
    Infine (se possibile avere risposta a tale domanda): quali sono le sensazioni di un uomo dopo massaggio prostatico a fini medici?

    Ho posto molte domande, tutti dubbi che altrove non saprei a chi chiedere consulto; chiedo gentilmente una risposta, spero di essermi espressa in modo chiaro e leggibile.
    Ringrazio di cuore, per le risposte che perverranno.
    Grazie davvero infinite.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1153 Medico specialista in: Urologia

    Perfezionato in:
    Andrologia

    Risponde dal
    2007
    Gentile lettrice,
    in ambito di valutazione medica il cosiddetto massaggio prostatico è eseguito in maniera realtivamente energica (allo scopo di far uscire eventuali segrezioni dall'uretra), è pressochè costantemente riferito come sensazione spiacevole, e non mi è noto di eiaculazioni (cioè orgasmi) occorsi in corso di massaggio prostatico medico.
    Psicosi o manie ossessivo-compulsive relative alla sessualità dopo massaggio prostatico? Non mi risulta, ma non posso escludere in maniera assoluta che in soggetti psichicamente deboli, a cui non sia stato preliminarmente spiegato in maniera adeguata in cosa consiste il massaggio prostatico, qualche disagio successivo possa insorgere.


    Cordialmente,
    Dott. Edoardo Pescatori
    www.andrologiapescatori.it

  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 32 Medico specialista in: Urologia
    Chirurgia generale
    Nefrologia

    Perfezionato in:
    Andrologia

    Risponde dal
    2011
    La stimolazione della prostata attraverso l'introduzione di un dito nel retto interferisce negativamente sull'erezione e sul raggiungimento del piacere a meno che non si provi piacere ad essere penetrati e ciò presuppone un abito di tipo omosessuale.Nel rapporto con una donna questa pratica può forse servire a bloccare una eiaculazione forse prematura.Può essere viceversa piacevole e fonte di accrescimento del piacere il massaggio della prostata fatto per via perineale cioè toccando il partner nell'area tra tra l'ano e lo scroto.Per quel che riguarda l'esperienza dell'esplorazione rettale da parte dei pazienti non ho mai trovato nessuno,in oltre trenta anni di attività professionale,che avesse mostrato piacere o si fosse legato morbosamentea questa pratica diagnostica.


    Dr. ernesto fina

  4. #4
    Utente donna
    Iscritto dal
    2010
    Ringrazio infinitamente di cuore per le gentili risposte.
    Se posso avrei ancora un paio di piccoli dubbi.
    Siccome ho letto (sempre su internet) che la tecnica del massaggio prostatico, viene sempre di più utilizzata anche nelle coppie "etero" a scopi sessuali, pensavo che, in coppie dove viene eseguito "regolarmente" il massaggio per un orgasmo più intenso, potesse in qualche modo trarre piacere il paziente che, se invece della fidanzata/moglie, lo effettua lo specialista a scopo medico.
    Ma dalle risposte che leggo, non sembra molto piacevole se effettuato in ambito medico, giusto?
    Quindi la mia "idea" poco sopra riportata, non ha motivo di esistere, giusto?
    Invece nei pazienti che provano piacere nella penetrazione anale si trova un riscontro positivo e piacevole a tale pratica a fine medico?
    Ringrazio ancora infinitamente per le risposte e per il tempo dedicatomi.
    Grazie!



  5. #5
    Indice di partecipazione al sito: 1153 Medico specialista in: Urologia

    Perfezionato in:
    Andrologia

    Risponde dal
    2007
    In merito alle sue domande:
    -giusto,
    -giusto,
    -non esiste una verità assoluta


    Cordialmente,
    Dott. Edoardo Pescatori
    www.andrologiapescatori.it

  6. #6
    Utente donna
    Iscritto dal
    2010
    Ringrazio infinitamente ancora una volta per la risposta ricevuta e per tempo dedicatomi.
    Grazie!



Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 25/12/2010, 20:15
  2. Andrologia
    in Andrologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30/11/2010, 22:15
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 30/04/2011, 14:25
  4. Motilità anomala
    in Andrologia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 24/11/2010, 16:52
  5. Varie
    in Andrologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 01/11/2010, 11:31
ultima modifica:  03/09/2014 - 0,14        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896