Utente 179XXX
Buonasera,
circa 4anni fà ho subito un grave infortunio sul lavoro,è stato un periodo molto dro,e da lì ho iniziato a soffrire di alopecia areata;una chiazza di circa 3cm senza capelli;all'epoca mi curarono con la soluzione di Hoffmann(quella soluzione alcoolica)e Locoidon;tutto passato.Da 4anni non avevo più nulla,ora è tornata,in forma peggiore.
Ho iniziato a perdere barba dal mento,pian piano son rimasto senza barba sull'intero mento,e ho due chiazze in testa una di 1,5 cm l'altra di circa 3/4cm.Preoccupato ho chiesto un consulto a un dermatologo il quale oltre a chiedere una radiografia dell'arcata dentale(nessun problema riscontrato),mi ha prescritto Arovit gocce(vitamina A) e un gel tonficante della Ducray(che non ho mai trovato).Ho perso il numero di quel dermatologo,e son preoccupato per queste chiazze,si stanno allargando,di mestriere faccio il rappresentante ed è alquanto imbarazzante(fortunatamente ho i capelli ricci folti,e copro,però il mento...).Volevo chiedere se esiste una soluzione valida per risolvere il problema,qualunque essa sia.Spero in una vostra risposta!grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentile utente

Purtroppo una alopecia areata come da lei descritta, può sicuramente sconfortare chi ne e' portatore:

da questa sede parlare di terapie possibili (variabili' a volte utili ma mai specifiche) per questo problema sarebbe limitante e a mio avviso fuorviante:

di sicuro posso dirle in base alla mia esperienza, che non mancano i casi di successo; non perda la fiducia e nel contempo cerchi di non vivere questa situazione come un dramma; sicuramente anche l'approccio psicologico può dare una mano di non poco conto.

In bocca a lupo.
[#2] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Gentile utente

Purtroppo una alopecia areata come da lei descritta, può sicuramente sconfortare chi ne e' portatore:

da questa sede parlare di terapie possibili (variabili' a volte utili ma mai specifiche) per questo problema sarebbe limitante e a mio avviso fuorviante:

di sicuro posso dirle in base alla mia esperienza, che non mancano i casi di successo; non perda la fiducia e nel contempo cerchi di non vivere questa situazione come un dramma; sicuramente anche l'approccio psicologico può dare una mano di non poco conto.

In bocca a lupo.