Utente 399XXX
Caro dottore,sono qui per esporre un problema che oramai mi affligge da circa due mesi.Ho 32 anni e pratico un lavoro che mi mette a contatto con polveri e sostanze ,probabilmente "allergizzanti".Le dico questo,perche' e' da molti anni che in estate sopratutto, ho un prurito diffuso su tutto il corpo,che sembra aumentare con l'aumentare delle docce che faccio(sopratutto d'estate).Ma il problema che le sto per esporre e' diverso:come ogni anno, questa estate,ho avuto un po di prurito diffuso,ma con l'inverno il problema era sparito .Quest'anno invece,circa due mesi fa,dovendo caricare dei pezzi di legno per la stufa,mi sono "sporcato molto" con i residui di legno dei "pizzoli".Il giorno successivo,dopo essermi fatto la barba mi pervase un prurito diffuso,molto forte,(forse perche' ho reindossato gli stessi indumenti adoperati per prendere il legno)che non si e' ancora del tutto passato.Dopo alcuni giorni sembrava che il prurito fosse quasi del tutto passato,ma comunque ce ne era ancora un po.Adesso invece sono passati circa due mesi,ma ho ancora del prurito diffuso,molto piu' accentuato sui polpacci(sul polpaccio destro sono presenti delle scorticature,e al tatto la pelle sotto la scorticatura sembra inspessita)e alcuni giorni anche sulle mani.Come le dicevo ,per lavoro mi sporco molto con polveri di ferro,prodotti per la pulizia,grasso,ecc.E per lavarmi uso le "paste lavamani" molto aggressive.In piu' per farmi la doccia "usavo" un bagnoschiuma normale tipo "neutro roberts",ma ad oggi da circa tre giorni ho acquistato "restivoil bagno doccia" che pero' sembra non avermi affatto risolto il prurito,anzi sembra che dopo essermi lavato ne ho ancora di piu'.La pelle delle gambe sembra molto secca e non orbida.Comunque le ho spiegato abbastanza bene quello che ho,e vorrei sapere da lei se puo' essere un problema di una allergia oppure se puo' essere un problema del fegato o qualcosa d'altro.I problemi di fegato danno solo prurito??Il prurito dato dal fegato non da anche altri sintomi???Grazie per la sua eventuale risposta!!!
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Condizioni professionali associati alle polveri metalliche c'e ne sono (airborne dermatitis) ed hanno anche dei riscontri clinici evidenti, ma e' solo una delle possibilità

Da qui lei dovrebbe considerare di fare una visita dermatologica poiché il prurito e' una situazione complessa e foriera di tante patologie.

Cordialità
[#2] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la sua cortese risposta.Comunque le vorrei chiedere questo:in che modo il dermatologo potra' capire la causa del mio prurito??Sara' necessaria una analisi approfondita del sangue,con conseguenti prove allergiche??