Utente 122XXX
Buon Giorno dottore.
Volevo chiede un consulto a proposito dei analisi che ho fatto di recente. Io ho fatto quasi 2 settimane di febbre, che i medici non capivano il perche di questa febbre persistente. Dai analisi avevo il valore ALT alto (72) e anche EBV positivo. Poi 2 settimane dopo la fine della febbre ho rifatto i analisi con questi risultati:
S-ALT 28 (appena nella norma <31)

S-AST 24 U/L < 32

Posso finalmente concedermi un bicchiere di vino in piu con tranquillita?

S-ANTICORPI ANTI TOXOPLASMA
Ig G (metodo CLIA) * 1,1 UI/mL non immune < 7,5
immune > 10,5
Ig M (metodo CLIA) negativo

Non capisco se questo vuole dire che io ho il toxoplasmosi, ho che non ho i anticorpi. Come devo comportarmi non avendo i anticorpi per questo virus? (Dovro evitare per sempre i prosciutti crudi e carne non ben cotta, o questo non vuole dire niente?)

S-ANTICORPI ANTI CITOMEGALOVIRUS
Ig G (metodo FIA) 3,2 UI/mL negativo < 0,6
positivo > 0,8
Ig M (metodo FIA) negativo

Questo vuole dire che ho il citomegalovirus? Cosa puo comportare questo avendo anche il EBV?

SIEROLOGIA EPATITE B (metodo CLIA)
HBsAg non reattivo
HBsAb 39 mUI/ml positivo >10
HBcAb Ig totali reattivo

Come posso essere positiva al epatite B se io sono stata vaccinata per questo tipo di epatite quasi 3 anni fa? Posso averlo preso prima di vaccinarmi senza saperlo?

SIEROLOGIA EPATITE A (metodo CLIA)
HAV Ab totali reattivo
HAV Ab Ig M non reattivo

Io quasi 3 anni fa sono stata vaccinata anche per questo tipo di epatite.

Puo spiegare la febbre per quasi 2 settimane qualcuno di queste risposte?

MI scuso per tutte queste domande, e la ringrazio in anticipo per il suo immenso aiuto.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.ma Utente

Non confondiamo gli anticorpi. Le IgG sono segno di una vecchia infezione e non di un'infezione in atto. Sono una "cicatrice" che dimostra che Lei è stata a contatto con l'agente responsabile. Non si sa quando ma è stato almeno due mesi prima visto che le IgG si sviluppano in 8-12 settimane. Le IgM, invece, sono spia di reazione recente e di possibile infezione in corso, si innalzano quasi subito e decrescono rapidamente.

Dal quadro presentato, sembrerebbe che Lei abbia appena avuto una Mononucleosi, malattia benigna seppure a volte un po' debilitante, causata dall'Epstein-Barr Virus (EBV). Non è raro che questa si accompagni a un rialzo delle transaminasi GPT (o ALT), indice di risentimento epatico. Niente di grave.

Lei non ha nessuna Toxoplasmosi né l'ha mai avuta. Ha invece avuto un'infezione da Cytomegalovirus in passato, non sappiamo quando ma ormai non più attiva.

Infine, il quadro anticorpale per l'Epatite A ed Epatite B non solo non mostra un'Epatite attiva ma è quello che ci si aspetterebbe dopo una vaccinazione, cioè un HbSAb positivo a dimostrare un'immunizzazione presente. Se, viceversa, avesse un HbsAg, sarebbe spia di infezione in corso. Il quadro può complicarsi ulteriormente ma credo di averLe già confuso le idee abbastanza :)

Saluti virali
[#2] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,
La ringrazio tantissimo per la sua risposta cosi veloce e Grazie per aver risposto alle mie tantissime domande.
Da quello che ho capito l'unica cosa che io ho sarebbe la Mononucleosi causata dall' EBV. (Che differenza c'e dalla mononucleosi e citomegalovirus?) Ma mi chiedo, non e che ho trasmesso questa cosa anche a i miei due figli. E pericoloso questo virus in eta pediatrica (4 anni e 6 anni)? So che EBV e un virus non curabile, percio avendo anche il Citomegalovirus quanto si complicano le cose? Io sono spesso molto debilitata,ho poccha forza e spesso mi trovo ad avere un po di febbricola (37,3 - 37,5) per un pò di giorni e poi va via da sola, puo essere tutto questo causato da questi 2 virus che ho sempre nel corpo? Anche il fatto che mi prendo il raffredore o le banali influenze almeno 3-4 volte ogni inverno. Cosa pottrei fare per contrastare i effeti di questi virus e per darmi un po di forza e anticorpi?
Per il valore di ALT che al momento e nella norma (anche se appena nella norma) posso adesso concedermi un bicchiere di vino in piu, o avendo questi virus dovro sempre guardare quello che mangio e bevo per non alterare i valori del fegato?

Mi scuso per tutte queste domande e la ringrazio di cuore per il suo tempo e per il suo aiuto.

Cordiali Saluti
[#3] dopo  
172248

Cancellato nel 2011
Gent.ma Utente,

Cerchiamo di rispondere con ordine.

- Non so se abbia trasmesso la mononucleosi ai bambini. La possibilità esiste ma l'unico modo di provarlo è cercare le IgG ad almeno 3 mesi, in modo che siano necessariamente positive e non, magari, in fase di positivizzazione. Le conseguenze per i bambini non sono gravi e di solito sono ben individuabili. Il pericolo, invece, è massimo per i primi 3 mesi di gravidanza, perché contrarre la mononucleosi per il feto può portare a seri rischi. Cerchi, dunque, di evitare contatti con donne incinte.
- Il CMV non lo "ha" ma lo ha avuto. Non sappiano quanto questa infezione sia vecchia ma di sicuro non è recente (altrimenti avremmo avuto le IgM alte). E' semplicemente un altro virus, anch'esso pericoloso per le donne in gravidanza ma non particolarmente per chiunque altro.
- Certamente, la Sua debolezza e la febbricola possono essere causate dalla mononucleosi che non è grave ma dà una discreta debolezza, a volte anche di lunga durata. Se questa persistesse, sarebbe probabilmente utile ricontattare il Suo Medico di Medicina Generale che potrebbe rivalutare la situazione mediante l'esecuzione di altri esami se necessario.
- Quanto alla facilità di raffreddarsi o essere soggetti ad influenza non posso darLe delucidazioni valide perché non La conosco e non La posso esaminare da lontano. Sarebbe utile la vaccinazione antiinfluenzale e, a volte, possono essere utilizzati dei preparati che aumentano leggermente la resistenza. L'evidenza scientifica a questo proposito non è particolarmente forte ma a volte funzionano. Altri Colleghi Le consiglierebbero, forse, dei rimedi omeopatici ma, personalmente, diffido di qualsiasi cosa non abbia una forte e valida prova di efficacia. Naturalmente le opinioni di noi medici variano come quelle di qualsiasi essere umano.
- Il consumo di alcoolici è bene sia sempre moderato e di buona qualità. La quantità raccomandata come massima è quella di un bicchiere di vino ai pasti o due mezze pinte di birra. Nelle Sue condizioni attuali non mi sembra di vedere controindicazioni a questo consumo.

Grazie per l'interesse e saluti :)
[#4] dopo  
Utente 122XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,
Grazie mille per la sua risposta cosi veloce e cosi ben spiegata. Adesso sono molto piu tranquilla.
Grazie ancora di cuore

Cordiali Saluti