Utente 166XXX
Gentilissimi Dottori,
sono una studentessa di medicina al 4° anno e nella fase dell'ipocondria da studio!!! E' un pò di tempo a questa parte che mi sembra di avere attacchi di tachicardia improvvisa, anche a riposo o per semplici movimenti(come alzarmi dalla sedia!). Il tutto è iniziato mentre preparavo un esame difficilissimo e importantissimo, ma non avevo dato troppo importanza anche perchè era successo ad altri miei compagni che mi avevano assicurato che fatto l'esame sarebbe passato tutto e che la tachicardia era dovuta ad uno stato di ansia. infatti l'esame è andato bene e la tachicardia è passata. Io studio danza da molto tempo e quindi credevo di essere allenata ma evidentemente non è così perchè in ospedale circa un mese fa così per gioco ho misurato la saturazione dell'ossigeno con i saturimetro che misura anche i battiti e avevo più di 100 battiti al minuto che poi sono diventati 90 sedendomi e stando calma. La cosa mi ha comunque preoccupata. Giovedì scorso dopo una serata con gli amici fuori città avevo esagerato un pò con il vino e mentre dormivo mi sono svegliata di soprassalto con tachicardia, ho cercato di stare più calma possibile e poi mi sono addormentata e il giorno dopo non ho avuto più nulla anche se abbiamo camminato ore per la città! adesso ogni tanto anche se sono ferma a studiare o semplicemente faccio dei movimenti semplici quali alzarmi dalla sedia sento il cuore in gola e contando i battiti sono circa 25 in 15 secondi (quindi accelerati!)e ovviamente mi preoccupo ancora di più, tantè che faccio dei repiri profondi perchè mi sembra mancare l'aria(forse è anche un pò l'effetto del raffreddore che mi ha completamente chiuso il naso!). ho 23 anni e ho uno stile di vita sano, faccio danza da tanto (2 allenamenti settimanali per 2 ore ciascuno) uso molto la bicicletta e non ho mai riscontrato problemi cardiaci ne la mia famiglia ne ha. non so davvero che fare. ho paura anche ad andare dal mio medico perchè i miei genitori sono molto apprensivi e se mi dovesse dare esami cardiologici da fare dovrei sprecare molte energie per calmare i miei più che me stessa! intanto le chiedo un consulto on line che magari mi potrà essere utile per tranquillizzarmi un pò
cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile e futura collega,
controlla un pò la tua funzionalità tiroidea e un eventuale stato anemico. La loro esclusione, deporrà necessariamente per un problema di mera natura ansiogena.
In bocca al lupo per i tuoi studi!