Utente 172XXX
Gentili Dottori, ho un dubbio che mi crea non pochi problemi psicologici quello delle scarse dimensioni del pene. Ho letto gli articoli che avete pubblicato su questo sito. In erezione ha una lunghezza di 14,5 cm che dovrebbe essere ai limiti inferiori.
Il mio problema riguarda oltre che la lunghezza, in particolare la larghezza. Visto che questo parametro sembrerebbe più importante.

La circonferenza in erezione alla metà del pene è di 12 cm ( a riposo 9 cm).
Rientra questa misura nella media?

Quale è la norma per la circonferenza per i maschietti italiani?

Eventualmente l'unico modo per aumentare la circonferenza in erezione e portarlo su valori più normali è solo quello chirurgico?
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore.,
vedo che è sovrappeso. Giu la ciccia. Poi si faccia vedere da collega che volte le misurazioni sue sono fallaci, anche perchè spesso dietro la sua richiesta si nascondono timidezze più di pertinenza psicologica che androloggica, ma di qua non so.
[#2] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Caro utente, ci risiamo! C'è un articolo del dottor Giovanni Beretta su questo poirtale in merito. In aggiunta può leggere questo breve articolo:

http://www.andrologiapertutti.com/index.php?option=com_content&view=article&id=49:dimensioni-del-pene&catid=38:dimensioni-del-pene&Itemid=56

oppure il blog del sottoscritto sempre su questo portale.

Purtroppo non si riesce a scalfire questa prepotente convinzione che hanno molti uomini di avere un pene piccolo anche se è nella norma.

Si ricordi che non siamo fatti di viti e bulloni e che il pisello non può essere misurato come le chiavi inglesi!
[#3] dopo  


dal 2011
Grazie per avermi risposto.

X Dott. Cavallini: Credo che il sovrappeso sia limitato (almeno credo), peso 80Kg su 1,80 m di altezza, e non mi sembra di avere eccessi di ciccia intorno al pene. Magari se perdo 2-3 kg è meglio comunque. Le misure credo siano prese bene: in erezione circonferenza 12cm e lunghezza 14,5cm. Mi rimane il dubbio che specie la circonferenza sia ridotta, ma forse entrambe.

X Dott. Conti: Ho letto quanto indicato. Articoli che trovo molto utili.
Non trovo però riferimenti sulla circonferenza peniena in erezione.

Parlo per me ovviamente, il problema di non scalfire le convinzioni di non essere nella norma nasce dal fatto di ritenere le informazioni che gli andrologi danno non rispondenti alla realtà in quanto rassicurative. In pratica mi viene il dubbio e forse ci viene, che le informazioni numeriche fornite siano abbassate visto forse i scarsi mezzi per ovviare ai problemi. Probabilmente mi sbaglio, ma mi rimane il dubbio che la norma e le presunte difficoltà ad effettuare misurazioni oppure dire che la condizione oggettiva conti poco ed uno non si dovrebbe confrontare con dati statistici, siano una sorta di terapia rassicurativa.
Credo che come risposta alla pornografia la statistica possa aiutare.

Comunque il mio dubbio era sulla larghezza-circonferenza del pene. In rete si trovano molti numeri, ma preferisco riferimi a quello che scrivono persone-medici seri e competenti, come ritengo quelle di questo sito.

Probabilmente forse quando saranno possibili terapie con risultati migliori e soprattutto più sicure e magari più economiche, si potrà parlare più liberamente.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Quindi Lei crede che medici e ricercatori mantengano il segreto sulle vere misure medie del pene per limitare le crisi di sconforto? Se lo pensa davvero è preoccupante.

Le racconto un aneddoto: Nel 1970 gli americani lanciarono (facendo finta che fossero carichi dispersi) pacchi di preservativi di misura anormalmente esagerata per far cadere i viet cong nello sconforto.

Il presupposto era che essendo gli uomini del sudest asiatico particolarmente fallocratici e non particolarmente dotati, si sperava di demoralizzarli dando a credere che gli americani avessero invece peni enormi, da dominatori, e quindi da esseri invincibili.
Tutti sanno come è poi finita la guerra in Viet Nam....

[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Carop signore,
su 100 richieste e.mail di quewsitio dimensionale, se ne visitano 7, di questi 7, 1 accetta terapia proprosta. Querllo guarisce, gli altri no. Questi dati a sostegno di: poche chiacchere e da collega, avanti marsch.