Utente 200XXX
Salve, ho 15 anni e ho il "problema" del pene curvo verso il basso. La curvatura è evidente e domani mi farò visitare dal medico di base che, quasi sicuramente, mi consiglierà una visita specialistica. La curvatura è abbastanza "improvvisa" infatti la prima parte dell'asta e la parte finale mi sembrano dritte, mentre a metà circa si inclina, perciò manualmente riesco a portare l'asta totalmente dritta senza avvertire dolori e agendo solo su quel punto.
Secondo una mia modesta (e forse sbagliata) ipotesi, il frenulo potrebbe aver agito come un "tirante" e quindi modificato nel tempo la struttura del pene. Sono quasi convinto di aver detto una grande cavolata, in ogni caso penso che il mio frenulo sia un po' troppo corto e che il prepuzio stia troppo teso. A circa 11 anni infatti ho avuto un piccolo problema con una parte del prepuzio che rimaneva stretta e non mi permetteva di distenderlo.
Detto tutto ciò, vi chiedo se gentilmente potreste chiarirmi alcune cose:
- l'ipotesi che ho riportato qui sopra ha senso?
- un'eventuale operazione al frenulo e/o al prepuzio potrebbe far sì che l'asta si "raddrizzasse" col tempo?
- un'eventuale operazione di correzione della curvatura comporta un rischio di qualsiasi genere compreso l'accorciamento del pene?

Vi ringrazio e spero in una vostra risposta.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
La curvatura del pene è una deviazione congenita (cioè ce l'ha dalla nascita) e non dipende dalla lunghezza del frenulo che nel suo caso potrebbe essere breve, sono quindi due cose totalmente diverse ed in base all'entità potrebbero richiedere entrambe una correzione (questo lo deve decidere l'andrologo che la visiterà), ma sicuramente non sono l'una causa dell'altra. Se c'è la necessità di eseguire la correzione della cuurvatura peniena tecnicamente più semplice con scarse possibilità di complicanze, essa comporta una minima perdita di lunghezza del pene (1-2cm); ma esistono tecniche più complicate che la possono preservare.
[#2] dopo  


dal 2013
Gentile Dr. Scalese la ringrazio e ne approfitto per chiederle se avendo solo 15 anni ci siano o ci possano essere complicanze maggiori per quanto riguarda l'operazione rispetto ad una persona adulta.
Grazie.
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
le complicanze non sono correlabili all'età, ma se la può tranquillizzare sono tanto più insignificanti quanto più è semplice la tecnica utilizzata.
[#4] dopo  


dal 2013
La ringrazio di nuovo e ora almeno mi sono tolto qualche dubbio. Visto che fra poco verrò visitato da un medico non ho più nulla per cui preoccuparmi.
Grazie del tempo che mi ha dedicato e cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prego!