Utente 202XXX
Buongiorno, ho 34 anni e da sei mesi soffro di problemi di impotenza ed eiaculazione precoce. Tutto è dovuto, secondo me e anche secondo l'andrologo che mi ha visitato, ad un'eccessiva ansia da prestazione. In sei mesi sono riuscito solo tre volte ad avere un rapporto sessuale soddisfacente con la mia donna. A volte, nonostante abbia un'ottima erezione, al momento di indossare il preservativo la perdo in modo inesorabile e non riesco ad entrare; altre, invece, al momento della penetrazione eiaculo... ho provato spesso a controllarmi, a non muovermi per ridurre l'eccitazione, ma al minimo movimento arriva l'orgasmo.
Le volte in cui, invece, sono riuscito a controllarlo, il rapporto è durato anche trenta e passa minuti. Il problema è che tali performance straordinarie rappresentano il 5% dei tentativi di rapporto che ho effettuato con la mia ragazza. La cosa mi fa parecchio preoccupare anche perché non vedo una via d'uscita definitiva... sembra che tutto dipenda dalla fortuna!
L'andrologo mi ha consigliato di provare il Viagra 25 mg ma io sono molto scettico al riguardo anche perché temo che, in assenza della pillola miracolosa, si ritorni punto e a capo.
Secondo voi il Viagra aiuta anche a livello fisico? Riesce in qualche modo a preparare il mio corpo per futuri rapporti in assenza di farmaco o ha solo un effetto limitato all'assunzione? E, inoltre, ha effetti anche sull'eiaculazione precoce? Sembra che tutti i problemi sessuali di questo mondo si siano concentrati sul sottoscritto...
Premesso che tornerò dall'andrologo per ulteriori chiarimenti, nell'attesa di un controllo vorrei qualche opinione specialistica in merito.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Caro signore, bisognerebbe capire quale vissuto c'è tra Lei e la Sua partner. Tutto si è svolto sempre con la stessa partner fin dall'inizio della relazione? E' importante capirlo perchè solo con un corretto inquadramento si può esprimere un parere. Una DE alla Sua età è certamente improbabile (di tipo organico). Un altro espetto da chiarire è: sono state fatte le indagini colturali per chiarire se vi è una flogosi genitale che possa concorrere alla eiaculazione precoce? In breve: aggiunga questi elementi alla Sua storia. Buona giornata.
[#2] dopo  
Dr. Armando De Vincentiis
52% attività
20% attualità
20% socialità
MARTINA FRANCA (TA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile utente, escluse cause organiche , il miglior approccio per il controllo del suo problema è quello da effettuare mediante un intervento in coppia. Le tecniche per il controllo dell'erezione e/o dell'eiuaculazione precoce necessitano della complicità e la collaborazione della partner affinchè, insieme, si possano trovare le migliori strategie per un buon vissuto della sessualità.
Dopo l'andrologo l'idea di un terapeuta di coppia non dovrebbe essere scartata.
saluti