Utente 203XXX
Buon giorno e ' ormai quasi un anno che soffro di prostatite, ho fatto due cicli di antibiotici ma i disturbi tornano a venire. Ma si puo curare? Non soffro dI impotenza, ma ho sentito che la prostatite causa fuga venosa e' vero?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
purtroppo questo tipo di infiammazione tende a cronicizzare ed i sintomi classici tendono ad avere un andamento altalenante, il consiglio che ne deriva è di seguire i consigli del suo curante e cercare di avere uno stile di vita quanto più sano possibile.
[#2] dopo  
Utente 203XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per la risposta. E riguardo alla fuga venosa esiste INA relazione con la prostata?
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Se ad oggi non ha problemi di disfunzione erettile vuol dire che non c'è.
[#4] dopo  
Utente 203XXX

Iscritto dal 2011
Grazie ma volevo sapere se c'è una relazione perché su internet leggo che alcuno dicono di si altri di no.
[#5] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
come ha già letto non ci sono univocità, ma nel suo caso non deve porsi un problema che non sussiste, le genera solo dubbi ed ansie che possono essere causa di deficit erettile.
[#6] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
nella mia qualità di referente d' area, le ricordo le linee guida per la richiesta dei consulti: vale a dire che non vengono esaudite curiosità, e la sua se non ne è affetto, è solo una curiosità, come lei stesso ammette,
Esiste inoltre un soggetto che si diverte periodicamente a provocare i medici del sito con questa domanda. Mi permetta quindi un legittimo dubbio, sul suo quesito, senza alcuna intenzione di offesa.
Il collega Scalese ha risposto in maniera esauriente, gentile e competente come è suo costume, pertanto penso possa ritenersi soddisfatto.
[#7] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
non l'ho scritto, ma ho avuto la stessa impressione del collega.