Utente 258XXX
Salve, sono un cardiopatico, maschio, età 35, normopeso, già operato per insufficienza aortica (da circa 15 anni)con tecnica di Ross, quindi non ho protesi meccaniche e non assumo nessun tipo di terapia, nonostante l'insufficienza aortica sia da alcuni anni nuovamente severa. Al quadro aggiungo un pregresso pneumotorace dx (5 anni fa)e disturbi saltuari della conduzione, alcune extrasistoli, talora tachicardia che si protrae per 2-5 minuti in seguito a sforzi più o meno lievi.
Dovrò sottopormi nei prossimi giorni ad angio tc dell'aorta per la valutazione di un probabile aneurisma dell'aorta ascendente, e ho eseguito le analisi di routine. Vi mostro gli unici valori fuori norma:
Bilirubina tot: 2,18
Bilirubina diretta: 0,94
Bilirubina frazionata: 1,24
P.T.: 19
Attività protrombinica: 57,9
INR: 1,51
PTT: 39 (val normale 30-45)
GOT e GPT nella norma

Unico farmaco assunto e che avevo già sospeso da circa 10 giorni prima della analisi per fine terapia, è il lansoprazolo. Preso su indicazione dell'internista per una probabile esofagite da reflusso in seguito a sintomatologia da dolore/bruciore retrosternale, dolore interscapolare più diffuso a sx, tosse secca stizzosa in aumento soprattutto durante le ore notturne, sensazione gola gonfia e dolente, e arrossata. A conclusione della terapia la tosse è sensibilmente diminuita e quasi del tutto scomparsa, con episodi soltanto sporadici ma ormai in fase risolutoria.
Sto eseguendo un angio tc su indicazione del cardiologo poichè alla visita di controllo di routine l'aorta appare aumentata di diametro (41-42 mm)e vista la mia grave insufficienza, per giunta in associazione a dolori toracici, il cardiologo ha ritenuto opportuno per maggiore sicurezza effettuare questo esame più approfondito.
Tornando alla mia richiesta principale, vorrei capire se questi valori delle analisi sono da ritenere fuori norma e necessitano di un ulteriore approfondimento, e se si quali le possibili cause? O se queste sono da mettere in relazione alla mia pregressa patologia cardiaca.
Vi ringrazio da ora per le cortesi risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
L'unico esame da verificare e' l' INR (e in concomitanza l'attivita' protrombinica) che mostrano una riduzione della funzione apratica. La elevata bilirubinemia elevata anch'essa puo' deporre per un problema epatico.
Entrambi i valori suddetti, tuttavia, non controindicano l'angio TC in questione.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 258XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per la risposta, verificherò quindi l'INR e l'attività prot. dopo l'angio TC con MDC