Utente 253XXX
Gentile dottore,

premetto che ho già un bimbo (avuto dopo 20 mesi di ricerca):
a) nonostante uno spermiogramma non eccellente (94 ml di spermatozoi totali, 18% di motilità progressiva e 22% di forme normali - in un primo esame questo valore era al 9%)
b) lo spermiogramma "bruttino" non era motivato da nulla di patologico, infatti altri esami (visite, ecografia, ecodoppler, es. ormonali) non avevano evidenziato alcun problema
c)aiutati da una stimolazione con Clomid, senza però alcun evidente problema ovulatorio.

Ora siamo alla ricerca del secondo (da quasi un anno) e rifacendo lo spermiogramma la situazione è peggiorata (19 ml di spermatozoi totali, 25% di motilità progressiva e solo il 2% di forme normali), è stato però evidenziato un ureaplasma nel liquido seminale (non nelle urine).

Ora evidentemente procederemo entrambi con una terapia antibiotica, ma arrivo alla domanda: quanto realmente incide un ureaplasma nella qualità del liquido seminale? e in particolare incide sia su numero, motilità e morfologia?

Grazie per l'attenzione che mi accorderete
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore 2531,

certo, l'ureaplasma può interferire con la caacità fecondante degli spermatozoi.
si faccia curare. E' abbastanza semplice
consulti qualcuno "serio" come ad esempio il
Dottor Piediferro all'Andrologia del San Paolo o Ludovica Medical Center
Cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
l'ureaplasma è causa di infertilità ma curato adeguatamente non crea problemi