cisti  
 
Utente 100XXX
Buongiorno, ho 38 anni, e da quando ne avevo circa 20 ho delle piccole cisti sebacee nella zona sacro-coccigea. Affermo con una certa sicurezza che si tratta di cisti sebacee poichè molte di esse sono presenti in altre parti del mio corpo (ascelle, interno cosce/zona perigenitale). Si tratta per lo più di "palline" poco visibili ma sensibili al tatto, che non mi causano particolare fastidio, ancorchè aumentino lentamente di volume col passare degli anni. Quelle presenti nella zona sacro-coccigea però mi danno spesso grande disagio, poichè con una certa frequenza si infiammano (di solito una e sempre quella)causando malessere generale e ovvie difficoltà posturali, per cui non riesco a stare seduto per piu' di qualche minuto: e proprio lo stare seduto, anche quando non sono infiammate, ne causa lo schiacciamento e ne favorisce l'infiammazione. Ora, ieri ho fatto una visita presso un chirurgo (SSN), il quale però, con mio grande rammarico, non è riuscito ad individuarle ad un esame ispettivo (in questo momento non sono infiammate, quindi la loro dimensione è relativamente piccola, e riesco ad individuarne la consistenza al tatto solo "spingendole" sul coccige: si consideri anche che la zona ha uno strato di tessuto adiposo, quindi non sono "sotto pelle"). Lo stesso chirurgo quindi, giustamente, mi ha prescritto un'ecografia della zona sacro-coccigea. vengo alla mia domanda: questo tipo di esame è in grado di individuare le cisti in maniera chiara, in modo da consentire al chirurgo di eseguire una "pulizia" della zona asportando le cisti? (PS: lo spero davvero...)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Dipende dal tipo di sonda utilizzata e dall' esperienza del' operatore ma in linea di massima direi di si.