Utente 207XXX
Buongiorno,chiedo la Vs gentile consulenza per un dubbio:
Mio padre,64 anni,ex fumatore ed ex operaio fiat, a seguito di un intervento per carcinoma tiroideo e per carcinoma vescicale,è sempre sotto "controllo".
Circa una decina di gg fa ha effettuato la citoscopia di controllo..un paio di gg fa durante la notte,è stato svegliato da un forte dolore al petto che è durato circa 15 minuti..non so se dovuto a questo,è da tre giorni che ha mani e piedi gonfi,con relativa difficoltà deambulatoria e "chiusura"mani..inoltre ha il collo "indurito".
Il ns medico di base ha già disposto esami specifici temendo sia stato un inizio di infarto;oggi ha ritirato gli esami del sangue (quelli di tipo "gas" o roba simile,scusate per l'imperfezione)dalla quale risulta esserci poco ossigeno nel sangue.
So che non sono dati molo precisi,ma vorrei chierVi cosa,secondo Voi,potrebbe essere..visto che non è la prima volta che a seguito della citoscopia,mio padre ha sofferto di infezioni causate dall'esame di cui sopra;tant'è che anche sta volta,dall'ospedale hanno prescritto un esame delle urine per verificarne la coltura batterica.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Che abbia valori bassi di ossigeno alla emogasanalisi, con l abitudine al fumo che suo padre aveva non c è da meravigliarsi.
Mancano pero' i valori della anidride carbonica, che il suo medico saprà certamente spiegarle.
Per ciò che concerne l edema delle mani e degli arti inferiori, consulti il suo medico per valutare la opportunità di un dosaggio delle proteine, e di un doppler venoso ( trombosi della vena cava? ).
Ovviamente spero che suo padre, essendo un paziente oncologico, sia sotto terapia con eparina a basso peso molecolare sotto cute.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org