Utente 206XXX
Salve,
da un po' di tempo avverto diversi fastidi di natura dermatologica/andrologica. Il mio dermatologo mi ha diagnosticato mesi fa una balanopostite traumatica, che ho curato con abilast, decoderm ed ora di nuovo abilast. Non ho bruciore o pruriti al glande (non li avevo neanche prima, salvo una volta prima della diagnosi), ma permane, a mio avviso, una situazione di non normalità sul glande, che appare poco idratato, con la pelle un po' invecchiata, come se ci fossero delle chiazze di diverso colore. al mattino, inoltre, nonostante l'applicazione della crema a sera, il glande mi sembra un po' più attaccato al prepuzio, mentre nel corso della giornata tende ad essere più idratato. credo che il problema stia proprio nella scarsa idratazione, ma non so meglio identificarlo. il mio dermatologo mi ha detto che non vi sono problemi, ma credo faccia riferimento alla sola situazione della mucosa del glande.
aggiungo tuttavia di aver notato che, quando urino subito dopo un rapporto, vi è talvolta della schiuma nelle urine. dalle analisi non risulta nulla, però la cosa mi preoccupa, anche perchè credo, a questo punto, che il problema potrebbe non essere soltanto dermatologico, ma anche andrologico. qualche tempo fa, inoltre, ho anche avvertito un dolore nella zona inguinale, che però adesso non avverto da tempo. vi chiedo gentilmente di darmi qualche delucidazione su questa mia situazione, anche perchè al momento non so se tornare dal mio dermatologo, rivolgermi ad un andrologo o chiedere altro consulto. grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Mi sembra di cogliere una preoccupazione eccessiva per problematiche di poco o nessun significato patologico.Senza voler del tutto disconoscere la presenza di qualche lieve alterazione della mucosa glandulare,ritengo che la sua eccessiva polarizzazione su tali alterazioni nasconda qualche altro problema,soprattutto della sfera emotiva,che sarebbe utile affrontare con un counseling psicologico.Penso che si potrebbe giovare molto di un sostegno di questo tipo.
[#2] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
Gentile Dottor Fina,
La ringrazio per la cortese risposta. Crede dunque che, per quanto prospettato, possa escludersi la sussistenza di patologie come prostatiti, uretriti o altro? Ritiene inutile, alla luce di ciò, una visita andrologica o di altro tipo? Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Ernesto Fina
28% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2011
Si,credo che lei non abbia nessuna patologia in atto e
pertanto non ha bisogno,al momento,di visite andrologiche.Segua piuttosto il consiglio che le ho data nella prima risposta.