Utente 211XXX
Nel fare i complimenti per l'attenzione che ci dedicate, vi lascio la mia domanda: Anni fa feci uno studio fisiologico, a Milano dal profess. Montenero,
il quale mi riscontrò, la causa della mia fibbrillazione, sulle vene polmonari,
al chè, mi disse di operare, per fare un ablazione sulle vene polmonari, ma io
ebbi paura del fatto che bisognava passare attraverso il setto, quindi non la feci, negli anni a seguire sono stato sempre meglio, senza più provare quella sensazione bruttissima della fibbrillazione atriale.
Il mio dubbio è: Questa cosa mi si potrebbe ripesentare, aumentando il rischio
dell'operazione non avendola fatta quando ero più giovane? Comunque mi sono rimaste le extrasistole, che a volte, quando si susseguono, mi fanno girare la testa. che faccio?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
l'ablazione della fibrillazione atriale può esser effettuata a qualsiasi età ed è ovviamente indicata nei casi di pazienti privi di particolari patologie strutturali cardiache che vanno incontro a recidive. Allo stato attuale lei non rientra tra i soggetti che devono necessariamente sottoporsi a tale procedura. Intanto effettui un Holter ECG delle 24h e proceda ad un controllo della funzionalità tiroidea.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 211XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio di cuore..