Utente 206XXX
Salve a tutti, ho 25 anni e scrivo perchè di recente mi sono rivolto a un andrologo specializzato in sessuologia per risolvere alcuni miei problemi.
Il primo riguarda il desiderio sessuale la difficoltà nel raggiungere, e talvolta a mantenere, un'erezione soddisfacente.
In base a questo dopo la visita lo specialista mi ha detto di fare gli esami ormonali di cui riporto i risultati:

FSH 3.9 mUI/ml 1.7-12
LH 1.8 mUI/ml 1.1-7
E2 29.4 pg/ml da < a 69
PRL 12.43 ng/ml 4-15
Testosterone totale 5.8 ng/ml

Cosa risulta dai dati esposti? (lo specialista non conosce ancora i risultati)
Mi è anche stato consigliato un ecodoppler penieno dinamico per scongiurare la presenza di patologie vascolari.

Il secondo problema è che seguito della visita mi è stato anche consigliato di fare un ecodoppler testicolare e uno spermiogramma, in quanto potrebbe esserci un varicocele bilaterale.

Al momento sono abbastanza spaventato, pensavo di avere semplicemente dei problemi di ansia da prestazione, invece mi ritrovo a dover fare un sacco di esami e magari scoprire chissà quale patologia di cui non ho idea di che cure esistano.

Spero di essere stato esaustivo,
Grazie a tutti dell'attenzione.




Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,lo specialista di riferimento avra' idee su quali terapie consigliare,una volta che sara' stata posta una diagnosi andrologica completa.
Nonsi fasci la testa prima di essersela rotta e segua i consigli dell'andrologo sia per quanto riguarda gli aspetti riproduttivi che sessuali.Comunque,i valori ormonali sono nella norma...Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
Ieri ho fatto l'ecocolordoppler dianamico al pene quello testicolare.
Nel primo caso mi è stato detto che la vascolarizzazione è perfetta anche se mi chiedo se è normale non aver raggiunto un piena erezione e solo una certa intumescenza del pene.
Nel secondo esame è emerso un vericocele di terzo grado a sinistra e uno di primo grado a destra.
Cosa devo aspettarmi? Premettendo che devo ancora fare l'analisi dello sperma che è programmato per mercoledì.
Grazie dell'attenzione.
Saluti
[#3] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
"...pensavo di avere semplicemente dei problemi di ansia da prestazione..."

Gentile Utente, prima di qualunque diagnosi di tipo psicologico è d'obbligo escludere sempre qualunque problema di organico.
Magari le due cose si stanno sommando e sovrapponendo.

Segua le indicazioni del Suo andrologo di fiducia.

Saluti,
[#4] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dott.sa Pileci, grazie del consiglio, ho solo il timore che la componente psicologica possa essere trascurata a discapito di quella organica, che varicocele a parte, da quelle che posso capire sembra secondaria (vista la vascolarizzazione del pene e i valori ormonali nella norma).
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Caro Ragazzo,
l'ambito organico, con quello psichico, si intersecano e, spesso l'uno rinforza l'altro, infatti in clinica molte disfunzioni sessuali maschili, hanno un'"etiologia mista".
Il calo del desiderio o desiderio sessuale ipoattivo, non correla con il varicocele, ma con le difficoltà erettive, che potrebbero essere pregresse o conseguenti.
Il suo andrologo, perfezionato in sessuologia, sarà in grado di effettuare una "diagnosi differenziale", al fine di inquadrare le sue difficoltà dal punto di vista diagnostico prima e poi terapeutico.
Cari ed affettuosi saluti
[#6] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Ho capito, ma se anche Lei volesse consultare uno psicoterapeuta oggi, io Le suggerirei prima di terminare gli accertamenti prescritti dal medico.
Così almeno potremmo stare tranquilli sulla diagnosi.
In seconda battuta, se e solo se, i disturbi del desiderio e dell'erezione dovessero avere base psicogena, Lei potrà certamente rivolgersi ad uno psicoterapeuta anche con la Sua compagna, ma continuando a seguire anche le indicazioni dell'andrologo per il varicocele.
Dopo aver concluso anche l'ultimo accertamento ci faccia sapere, se lo desidera.

Cordiali saluti,
[#7] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
Vi ringrazio dell'attenzione, appena finirò gli accertamenti, probabilmente entro una settimana, vi saprò dire le indicazioni che mi saranno fornite dall'andrologo.
Grazie ancora dei preziosi consigli.
Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci
52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Grazie a Lei per il riscontro.

Saluti,
[#9] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
Salve a tutti, vi riporto qualche dato saliente del mio spermiocitogramma effettuato dopo 4 giorni di astinenza.

Concentrazione (mil./ml): 5
Concentrazione tot. (mil.): 8.5

MOTILITA'
a) progressiva rapida 0%
b) progressiva lenta 5%
c) non progressiva 20%
d) immobili 75%

Forme normali 2%

Il quadro è piuttosto grigio, se non nero, ovviamente mi è stato detto di operarmi al varicocele.
Oltre a qualsiasi vosta opinione riguardo i valori riportati, chiedevo che possibilità ci sono che la mia fertilità migliori dopo l'intervento?
Potrebbe mai arrivare a valori almeni prossimi alla normalità?
Grazie per l'attenzione.
Saluti
[#10] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...credo che vi siano i presupposti prognostici favorevoli.Ci aggiorni dopo l'intervento..Cordialità
[#11] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

il varicocele è una patologia del sistema venoso testicolare, spesso associato ad altri problemi "venosi" generali ( emorroidi, vene varicose...).
Molto spesso soggetti con tali problematiche venose sentono di non avere una adeguata rigidità del pene in erezione ed una difficoltà a mantenere il pene rigido durante il rapporto con più o meno frequenti "insuccessi" sessuali.
Questa "incertezza erettile" può scatenare uno stato di ansia, insicurezza erettile.... ma il problema è la mancata erezione "organica"
A mio modesto parere una "assistenza" psicologica ( sempre utile) potrebbe attenuare le reazioni ansiose abituandola a convivere con il suo problema erettile ma non può cambiare la qualità della sua erezione
veda www.erezione.org
cari saluti
[#12] dopo  
Utente 206XXX

Iscritto dal 2011
Egr. Dott. Pozza,
quando ho fatto l'ecocolordoppler mi sono sottoposto anche a un ecodoppler dinamico penieno che ha evidenziato l'assenza di problemi vascolari al pene, al contrario i dati della circolazioni sono molto buoni a detta del medico, difatti devo dire che forte di questa informazione gli ultimi rapporti che ho avuto sono stati molto soddisfacenti.
E' anche per questo motivo che pensavo che la causa potesse essere più psicogena che altro.
Ad ogni modo il mio andrologo mi ha prescritto una confezione di tostrex gel per darmi per così dire una "spinta".
Grazie della professionalità.
Saluti