Utente 433XXX
come promesso a tutti i medici di questo sito (dal Prof Martino al Dott Beretta al Dott Izzo e tutti gli altri che gentilmente si sono interessati nel possibile del mio caso) che mi hanno seguito un po e consigliato in questo mio decorso post operatorio ecco l'aggiornamento sia per quanto riguarda la mia situazione attuale che finalmente le tanto attese parole dell'urologo che oggi mi ha visitato...

oggi 20 giorni esatti da intervento per condilomi + fimosi + frenulo breve... intervento di plastica prepuziale fatto in modo che il prepuzio rimasto copra COMPLETAMENTE anche a riposo il glande... non ho piu bruciori ne dolori ne i punti tirano in erezione ne sanguinamenti e i punti sono quasi tutti caduti... ne tantomeno ho gonfiori evidenti... e da quando non riuscivo a scappellare ne a riposo ne in erezione giorno dopo giorno provandoi e facendo esercizio sono arrivao che unico problema che in erezione non riesco agevolmente a scoprire il glande perchè sento come se fosse stretta la cicatrice e cmq anche se riesco non riesco sempre in erezione soltanto ad abbassare il prepuzio piu che subito sotto la corona del glande...

proprio oggi a 20 giorni dall'intervento mi sono recato al policlinico di napoli dove mi ha visitato il professore di urologia che mi ha operato... le prime parole che ha detto scoprendo il glande: "benissimo!"
ha detto che tutto procede secondo regola.. e se ho ancora piccoli disturbi è perchè per guarire completamente occorrono ancora 2-3 mesi... al problema che gli ho posto che ero preoccupato perche in erezione riesco a scappellare ma sforzandomi abbastanza e non riesco a far scendere la pelle piu sotto della corona del glande perchè sento stretto mi ha risposto che è normale, che quel senso di stretto è dato dalla corona cicatriziale perchè la corona cicatriziale deve cedere cioè si deve fare piu elastica perciò è molto importante esercizio giornaliero tirando la pelle verso il basso il piu possibile quando sono non in erezione e di mettere per altri 15 giorni gentalyn crema mattina e sera...


morale... sono molto piu tranquillo.. ;) ora vi chiedo se siete d'accordo su queste cose?

grazie della gentile attenzione,
mirko

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro mirko ci fa piacere che sta risolvendo tale problema, e concordo con il collega che l'ha visitata
cordiali saluti
dott. Giuseppe Quarto
www.prevenzioneprostata.com
[#2] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2007
grazie mille dottor quarto...

cmq vorrei capire cosa pensate voi della questione della cicatrice che si deve elasticizzare e che deve cedere con esercizi... anche a voi è successo che in dei pazienti si abbia dovuto aspettare tempo per esercizi per elasticizzare la cicatrice?


PS: aggiungo che il mio urologo ha detto di sostituire all' acqua ossigenata una polvere solubile in acqua con cui poi lavarmi... EUCLORINA..
a tal prposito avrei un altra domanda... l'acqua la faccio bollire prima di mettere EUCLORINA dentro poi la faccio raffreddare un po e poi mi lavo... oppure va bene acqua tiepida di rubinetto semplice in cui poi immergere la polvere di euclorina??

mirko
[#3] dopo  
Utente 433XXX

Iscritto dal 2007
e oltre al quesito di acqua bollita o non... vorrei sapere anhe... dato che dovrei utilizzare ben un litro d'acqua ogni bustina di EUCLORINA POLVERE come dicono le istruzioni... e dato che un litro sicuramente avanzerà... posso RIUTILIZZARE la soluzione precedentemente fatta in un econdo momento? intendo tipo la facio lka matina e la uso la sera????

e ripeto.. quest acqua per la soluzione la devo far bollire prima oppure va bene anche acqua normale del rubinetto??
mirko