Utente 155XXX
Gentili Dottori
Sono circa tre mesi che presento un dolore al petto sx,che aumenta dove aver effettuato uno sforzo,alcune volte anche diverse ore dopo,nella mattinata effettuo una passeggiata in bici o corsa,e la notte forte dolore con relativa sudorazione fredda.
Quando il dolore si presenta cresce anche una fastidiosa astenia che mi rallenta le normali operazioni.
Tutto e' iniziato una notte,durante il sonno mi sono svegliato con una orribile sensazione di fame d'aria,fortissima sudorazione fredda completamente zuppo,e infine ho avvertito una crescente tachicardia.La mattina seguente molto presto mi sono recato presso il Pronto Soccorso,dove ho spiegato il problema,mi hanno fatto un EMG,e gli enzimi cardiaci;il tutto non ha evidenziato nulla e sono stato dimesso.Ma il dolore al petto e'rimasto sempre molto fastidioso.
Vi chiedo,io ho il dubbio che questo episodio possa presentare dei problemi alle coronarie,questi esami di controllo avrebbero messo in luce questo possibile problema??
Ho avuto altri due episodi simili e sempre mi sono recato al Pronto Soccorso,stessi sintomi e problemi,stessi esami,tutto negativo.
Non convinto e per maggore sicurezza ho effettuato altri controlli EMG da sforzo,ecocardiogramma e visita cardiologica con relativo Emg basale.Unico dato rilevato :dimensioni dell'atrio sx lievemente aumentate.
ventricolo sx lieve aumento delle dimensioni e degli spessori parietali ,normale la cinesi segmetaria,cotrattibilita' conservata FE circa 70%
Periocardio apparentemente indenne.Il cardiologo mi ha spiegato che era dovuto alla mia attivita' fisica,ma non certo intensa, continua, ma non intensa.
Circa tre anni fa ho effettuato un Eco dove questo problema non era evidenziato,mi chiedo non potrei avere avuto un episodio di ischemia o problemi alle coronarie che hanno arrecato il danno al ventricolo sx,o forse un inizio di scompenso cardiaco.
Vi chiedo gli esami fatti avrebbero rilevato questa possibili patologie???
Il dolore al petto di che natura potrebbe essere??
Posso secondo voi condurre una vita normale con relativa attivita' sportiva anche se ho il doloere al petto?
In ogni caso per mie maggiori sicurezze svolgero' un altro EMG da sforzo.E' un esame indicato per dirimere i miei dubbi su patologie coronariche,ishemie o scompensi cardiaci??
Attendo Vs consulti e opinioni
Cordiali Saluti
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il dolore che lei riferisce in effetti può essere sospetto per angna. È vero che ha eseguito un ECG sotto sforzo risultato negativo ma mi par di capire che non aveva presentato dolore durante la prova . La ripeta ma applichi anche un holter delle 24 ore e durante la registrazione cerchi di fare l attività che solitamente le scatena i sintomi.
Questo in particolar modo se avesse familiarità per cardioPatia i fosse fumatore .
Cordialità
Cecchini
Www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore
Mi chiedo, quindi,tutti i controlli che ho effettuato non sono serviti assolutamenta a nulla!!!
Ai vari Pronto Soccorso cosa hanno visto...quale tipo di certezza mi hanno offerto?Ma gli enzimi cardici non servono a vedere se ci sono stati problemi di angina??
Cosa mi consiglia di fare oltre EMG da sforzo per capire in modo definitivo il problema e iniziare una eventuale cura?
E quale?
Grazie
Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi se io avessi un attacco anginoso che mi si risolvesse durante il tragitto in ospeedale , al PS troverebbero un ECG normale ed anche gli enzimi potrebbero risultare normali.
Gli enzimi si elevano solo se lei ha una morte cellulare in seguito ad un infarto 8che lei non ha avuto).
Quindi se non riesce a registrare un ECG durante il dolore, non ne viene a cap. Per questo motivo, oltre a ripetere la prova da sforzo, le hio consigliato di effettuaìre una registrazione holter delle 24 ore, cercando di compiere -durante la registrazione- tutte quelle attivita' che eli sa essere associate al dolore, in modo da valutare la concomitanza di alterazioni dell'ECG.
Se poi avesse in piu' familiarita' per ictus od infarto o peggio ancora fosse fumatore, si puo' prendere in considerazione di procedeere oltre negli esami. Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
Mi scusi la mia ignoranza ma che differenza esiste tra angina e infarto??
Potrei aver avuto l'angina Prinzmetal??
Cosa ne pensa della scintigrafia da sforzo fisico??
Io non fumo non bevo e non ho casi in famiglia.
Secondo lei da che cosa può essere determinato??
In questo momento sono molto stressato e in soprapeso.
Grazie
Sempre molte gentile!!
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se un'eventuale ischemia perdura oltre un certo limite le cellule muoiono (infarto).
L'angina di Prinzmetal e' molto rara ed interviene in coronarie integre. La scintigrafia da sforzo e' un esame che espone a radiazioni e ci si arriva, appunto, se c'e' un fondato sospetto. MA anche quell'esame puo 'non essere risolutivo.
Bisopgna pero' che si tranquillizzi, e -se lo crede opportuno - segua i miei consigli.
Cordialita'
cecchini
[#6] dopo  
Utente 155XXX

Iscritto dal 2010
La devo ringraziare per la sua spinta a fare esami,questa mattina ho effettuato una Tac coronarica la quale e' risultata tutta negativa,ma puro errore l'operatore ha sbagliato ed e' andato più giù' verso i reni dove e' stata evidenziata una massa di 3cm dura e dai contorni definiti.
Il medico mi ha detto che presumibilmente si tratta di una massa tumorale ma visto le piccole dimensioni forse siamo arrivati in tempo.
Grazie Ancora