Utente 830XXX
Ho 57 anni e peso 94 Kg. Mi sono recato al PS perchè avevo delle palpitazioni. Sono stato ricoverato per 7 giorni e dimesso con la seguente lettera di dimissione: tachicardia ventricolare non sostenuta con spontaneo ripristino del ritmo sinusale. Durante la degenza sono stato sottoposto a test ergometrico massimale per il carico raggiunto di 11 Mets, negativo per cardiomiopatia ischemica o aritmica inducibile con il lavoro muscolare. In considerazione della negatività organica per malattia cardiaca di tipo ischemica, non si ravvedeva la necessità urgente di eseguire uno studio coronaragrafico. Uscito dall'ospedale un anno fà la cura farmacologica è stata Rytmonorm 325 mg e Valpression 160 mg. Nelle successive visite di controllo ho consultato due cardiologi i quali sostengono due diverse teorie. Il primo cardiologo è d'accordo con la diagnosi dell'ospedale (tachicardia ventricolare non sostenuta con spontaneo ripristino del ritmo sinusale), mentre il secondo cardiologo da me consultato ritiene che si tratti di una aritmia sopra ventricolare dopo aver consultato la cartella clinica dell'ospedale e prendendo visione dell'elettrocardiogramma fatti in ospedale durante il ricovero.
Nel mio ultimo holter c’è scritto:
E’ stato monitorizzato per un totale di 23:17 ore. Il tempo totale analizzato è stato 23:01 ore con inizio alle 9:51-1. È stato analizzato un totale di 93621 battiti stimolati.
-Frequenza cardiaca media 68
-Frequenza cardiaca massima 117 alle 9:55:11-1
-Frequenza cardiaca minima 50 alle 1:34:30-2

Ectopici Ventricolari
Totali: 9708
Singoli: 9706
Coppie: 1
Salve totali: 0
Battiti a salve:0
#battiti @FC
Salve più lunga: 0 @ 9:51-1 0
Salve più vel.: 0 @ 9:51-1 0
RsuT: 0

Ectopici Sopraventricolari 30%
Totali: 4
Singoli: 4
Coppie: 0
Salve totali: 0
Battiti a salve:0
#battiti @FC
Salve più lunga: 0 @ 9:51-1 0
Salve più vel.: 0 @ 9:51-1 0
Aberranti: 0

ST Assoluto
Depressione: *** mm
Elevazione: *** mm
Pause: 0 (Maggiore di 2.5 sec.)
---------------------------------------------
COMMENTI: Ritmo sinusale con extrasistoli ventricolare frequenti, in alcuni periodi organizzati in forma di bigeminismo e trigeminismo.


Le mie domanda sono le seguenti:
1. Prendo Rytmonorm 325 mg due volte al giorno e peso 94 kg. E’ giusta la cura e il dosaggio?
2. la cura farmacologica che ho intrapreso (Rytmonorm 325 mg e Lansoprazolo 15 mg) si può prendere tranquillamente per lungo tempo oppure può portare conseguenze ad altri organi? Le faccio questa domanda perchè fino ad ora nessuno dei due cardiologi mi ha detto per quanto tempo vanno presi questi farmaci ma io sono preoccupato per gli effetti collaterali che possono portare. Un mio conoscente che prende Rytmonorm da anni mi ha detto che gli è stato detto che questo farmaco potrebbe provocare danni al fegato. E’ vero?
3. Dal mio ultimo holter che Vi ho qui esposto che cosa si evince? E’ giusto in questi casi prendere Rytmonorm?
Grazie mille per una eventuale risposta e scusate per tutte queste domande ma Vorrei capirci un po’ di più, Vi prego di non cestinarmi.
Buon lavoro a tutti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La differenza tra tachicardia sopraventricolare condotta con aberranza e tachicardia ventricolare è fondamentale per molti motivi.
La prima infatti è fastidiosa ma innocua e risponde bene alla terapia con Rytmonorm.
La seconda invece è molto pericolosa e non risente della suddetta terapia.
L ultimo Holter che lei riporta evidenzia un elevato numero di extra ventricolari , con una Coppia, segno che il Rytmonorm, peraltro che lei sta ssumendo ad un dosaggio irrisorio, non pare funzionare in lei.
Più di questo, dati che non ho in visione il tracciato incriminato, non posso dirle.
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org