Utente 182XXX
Mia madre,84 anni, ha sempre avuto problemi di ipercolesterolemia e di natura circolatoria cerebrale con periodi di totale assenza di forze a cui seguiva un parziale recupero. Ora lamenta un'estrema stancabilità con affanno prolungato anche per piccoli sforzi,prendeva Torvast, Ticlopidina, Eskim ed ora ha iniziato un ciclo di citicolina e antiossidanti vari. Sto cercando di convincerla a sottoporsi ad una visita cardiologica domiciliare (per l'utilità che può avere) ma è assolutamente contraria, l'ultima che ha effettuato risale a diversi anni fa e non aveva evidenziato niente di significativo. Vorrei chiedervi
1) Il torvast 20 può avere influenza negativa sul cuore consumando il coenzima Q10?
2) E' il caso di prendere qualcosa tipo Ubimaior per reintegrare o semplicemente per darle un po' di forza?
3) Estratti di biancospino possono aiutare la funzionalità cardiaca?
4) Quali farmaci può prendere per recuperare un po' di energia (carnitina?ginsenoidi? Aplodan? esafosfina?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Nessuno dei farmaci che lei ha menzionato ha dimostrato scientificamente alcun beneficio se non per i farmacisti e per le case farmaceutiche.
Il Torvast (come tutte le statine) invece ha dimostrato efficacia nell'anziano come "antiinfiammatorio" a livello dell'endotelio
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org