Utente 205XXX
salve,
ho 28 anni:le mie erezioni hanno perso la qualità da qualche tempo cosi come ho perso le erezioni mattutine:forse anche due o tre anni.
(...non nascondo che forse tutto ha avuto inizio nel stesso periodo in cui ho avuto un rapporto di molto sesso durato un anno,poi finito particolarmente male, la morte di mio padre,e la decisione di dividere la mia vita tra università e lavoro....)

vorrei chiedere info riguardo la mia situazione.
in seguito a problemi di erezione:cioè
erezioni non soddisfacenti,
a volte erezioni mancanti nonostante il desiderio,
incapacità di mantenere l erezione fino all eiaculazione,
perdita dell erezione prima, e a volte anche in prossimità, della eiaculazione,
e, la cosa che mi preoccupa di piu, perdita dell erezione mattutina!!
fino a due o tre anni fa l erezione mattutina è sempre stata particolarmente forte,e nei rapporti sessuali che avevo raggiungevo sempre la stessa intensità:pene molto gonfio e duro,in tutte le sua parti:corpo e punta...
ma ora le erezioni mattutine sono sparite e quando molto raramente ci sono sono deboli.
comunque ho una erezione che mi permette la penetrazione e la conclusione del rapporto con l eiaculazione.
ma l erezione è debole e il pene non "sta su da solo",se non con una mia contrazione volontaria momentanea,l erezione arriva poco piu su dell orizzontale...
ne ho parlato col mio medico curante e sono stato indirizzato da un urologo,che ho consultato circa sei mesi fa.

questi dopo una chiacchierata sul "come va vissuto il rapporto sessuale"(nel senso l importanza di volersi bene,delle coccole,e evitare i rapporti occasionali,differenza tra amore e sesso),mi ha prescritto analisi del sangue e in un secondo tempo quelli del testosterone e della prolattina.
tutto perfetto:io faccio nuoto e ho una alimentazione controllata(mi è facile dato che studio preparazione atletica)

sottolineo che le mie erezioni soddisfano comunque le ragazze con le quali vado(ne cambio diverse durante l anno:io non sono fidanzato perchè i ritmi intensi che ho ,l università e il lavoro non me lo permettono..)
sono io che non sono molto soddisfatto dellla qualità della mia erezione.
perchè a volte l erezione parziale non mi da sensazioni intense che posso percepire di piacere,forse ho perso un po di sensibilità del pene..

la perdita di qualità dell erezione e la "difficoltà a farlo stare su" è un normale processo di invecchiamento fisiologico??
vorrai tornare ad avere erezioni mattutine,pene molto piu gonfio ed eretto e sentire molto di piu

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Caro utente all sua eta' non si può Parlare di invecchiamento io penso che il suo sia più un problema psicOlogico che organico
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

situazioni in cui il maschio non riesca più ad ottenere una buona rigidità del pene, a mantenerla nel tempo tanto da consentirgli una penetrazione ed un rapporto sessuale soddisfacente potrebbe essere anche legata ad un non adeguato funzionamento dei meccanismi vascolari cavernosi.
Prima di pensare a fattori psicologici (sempre possibili ma nel suo caso anche "dovuti" alla insufficienza erettile) io consiglierei un buon approfondimento vascolare
qualche informazione in più su www.andrologiaroma.net
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 205XXX

Iscritto dal 2011
grazie della disponibilità!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!