Utente 221XXX
Gentilissimi Dottori,
a maggio di quest'anno ho subito l'intervento chirurgico per una cisti sacro-coccigea con fistolizzazione. l'intervento mi ha provocato 30 punti sia interni che esterni. Mi hanno dimesso il giorno dopo e dopo qualche giorno mi hanno tolto metà dei punti e una settimana dopo mi hanno tolto i restanti punti. Alla seconda visita per la rimozione dei punti di sutura i dottorimi hanno detto che mi era rimasta un'apertura proprio dove avevo la fistola sotto all'osso sacro per far spurgare e che si sarebbe chiusa; infatti dopo un mese l'apertura si è pian piano chiusa. Verso la metà di luglio ho notato che avevo un'altra apertura più piccola nella zona perianale.
Sono andato dal mio medico e mi ha risposto che andava tutto bene e che si sarebbe tranquillamente chiusa anche questa.
Siamo quasi a metà settembre e ho ancora questo foro, anche se mi sembra che si sia ristretto un pò; non spurga più e io continuo a medicarlo con il Betadine.
La mia domanda è: ma è normale che ci metta tutto questo tempo?
Il primo foro in meno di un mese si è chiuso ed era 4 volte più grande, questo ci mette così tanto tempo. Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sì è possibile . Ma ovviamente la conferma si può avere solo con la visita e forse un controllo da chi l'ha operata è indicato.