Utente 543XXX
Buongiorno!

Allora da qualche mese, è cambiato il mio modo di andare di corpo(più chiaro e più molle) insieme a qualche difficoltà digestiva e qualche dolore alla "bocca" dello stomaco.

Il mio medico curante mi ha dato Omoprazen per 20gg supponendo di avere una gastrite.

Al termine della terapia, la situazione si era un pò normalizzata, ma da qualche giorno è ritornata quella precedente con difficoltà digestive e dolori allo stomaco.

A seguito di una eco all'addome, sono stati trovati 2 calcoli alla colecisti per la precisione:
due calcoli di mm. 5 nel lume colecistico, frammisti a modesta quantità di fango biliare.

A seguito di una visita chirurgica, mi è stata proposta l'asportazione chirurgica laparoscopica come unica soluzione.

Premettendo che ho già prenotato una visita grastroenterologa e che il parere di un medico che mi ha visitato sicuramente ha più valore di un consulto virtuale, volevo sapere:
i sintomi che ho possono essere relativi ai calcoli, o comunque potrei avere una gastrite e la scoperta dei calcoli è stata casuale ?

Visto l'età che ho, 30 anni, la via chirurgica è l'unica strada ? Vivere senza colecisti cosa comporterebbe ?

Ho letto in giro di eventuali soluzioni farmacologiche, che ho anche fatto presente al chirurgo che mi ha riferito che non era la strada giusta.

grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La sintomatologia non è tipicamente associata alla colelitasi anche se non si puo 'escludere apriori dipenda da quello una volta escluse altre cause. La terapia della coleltiasi sintomatica è in effetti la colecistectomia e la colecisti, se asportata poiche' malata, è un organo senza il quale si puo' vivere normalmente.
Auguri!
[#2] dopo  
Utente 543XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, grazie per la risposta.

Comincio a pensare anche io che i calcoli c'entrino ben poco,
le feci ora sono di colore olivastro... a cosa può esser dovuto ?
Ho assunto un regime di alimentazione corretta da almeno 10gg
e prima di questi 10gg non è che sia stata così pessima visto che già avevo qualche problemino...

grazie ancora ;)
[#3] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,spesso lo stomaco fa da amplificatore ad una patologia colecistica.La dispepsia e la sintomatologia dolorosa "alla bocca dello stomaco potrebbero dipendere dalla colecisti.Ma non essendo la regola,è giusto praticare un test per Helycobacter Pilory su respiro(Breath test) o meglio una gastroscopia con ricerca HP,prima di decidere per una colecistectomia.Non tanto per la preoccupazione di restare senza colecisti ma perchè ritengo che qualunque intervento va eseguito per necessità.
Infatti,la colecistectomia laparoscopica soddisfa il paziente e il chirurgo (piccole ferite,meno dolore,decorso rapido)ma differisce dall'intervento tradizionale solo per l'accessso chirurgico mentre all'interno si lavora come in open con le stesse eventuali problematiche intra e postoperatorie .Non esiste quindi proporre o esagerare nelle indicazioni alla colecistectomia solo perchè laparoscopica.
L'assunzione di farmaci per la dissoluzione dei calcoli non ha effetto sicuro,ma potrebbe migliorare la qualità della bile e prevenire la formazione di nuovi.
Concludo con le stesse parole del Collega Favara.......escludere altre cause e decidere al meglio!
Saluti
[#4] dopo  
Utente 543XXX

Iscritto dal 2008
Salve,

anche io sono d'accordo nel fatto di voler escludere altre cause, infatti il breath test l'ho già prenotato, devo aspettare che passi un mese dall'ultima volta che ho preso gastroprotettori e poi faccio la visita dal gastroenterologo.

Ho notato anche di avere un pò gli occhi gialli, soprattutto negli angoli... può essere tutto collegato ad un filo conduttore ?
[#5] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Non corra troppo ! Aspetti i risultati delle indagini e della visita.
Saluti
[#6] dopo  
Utente 543XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno!

Allora, dai risultati delle analisi, riporto i valori fuori dalla norma:

Globuli Bianchi - 4.3 valore minimo di riferimento 4.8
Monociti - 11.7 valore max di riferimento 10.0
Bilirubina diretta - esterificata 0.42 valore max di riferimento 0.25
Bilirubina totale - 4.49 valore max di riferimento 1.0
[#7] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Gentile utente,consiglierei una visita epatologica per individuare le cause della iperbilirubinemia.L'incremento della quota indiretta infatti indica una difficoltà del fegato a trasformarla in diretta.
Saluti e ci tenga informati
[#8] dopo  
Dr. Stefano Enrico
24% attività
4% attualità
12% socialità
ORBASSANO (TO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Il caso va sicuramente valutato da un gastroenterologo, ma non faccia affidamento sulla terapia medica per risolvere la colelitiasi.
Vista la giovane età e la presenza di calcoli facilmente mobili, l'indicazione all'asportazione della colecisti mi sembra corretta.
Escluse altre patologie, ne parli col chirurgo che già la conosce e non confidi troppo in "soluzioni farmacologiche" di dubbia efficacia.
Auguri,