Utente 187XXX
Buonasera,
Diversi mesi fa' ho eseguito un' iter diagnostico neurologico per problemi di parestesie e deambulazione agli arti Tra i vari esami :ematici, rachicentesi, potenziali evocati e risonanze di cui quella all'encefalo ha rilevato aree di alterato segnale .Diagnosi finale:Mielite di origine autoimmune.Mi hanno parlato in questi giorni di un'esame per escludere un 'eventuale problema cardiaco (credo che si tratti del forame ovale).chiedo: Tale patologia come il forame ovale la si puo' vedere con un ecocardio con doppler? o bisogna fare esami piu' specifici?.La mia domanda e' dettata dal fatto che io alcuni anni fa' per un problema di tipo ipertensivo ero stata sottoposta ad ecocardio risultato del tutto negativo se non per una lieve ins. mitralica.Visto che sono un po' stanca di sottopormi ad esami.....sono 9 mesi che sono "tartassata" (scusate del termine),insomma non vorrrei fare esami inutili se appunto anni fa' l'ecocardio era negativo.
Volevo anche chiedere un'altra cosa: dall'elettrocardiogramma fatto di recente c'e' una bradicardia sinusale e' da pprofondire?
nella speranza di una vostra risposta porgo i miei saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
l'esame fondamentale per escludere l'eventualità o meno di un foramen ovale, è dato dall'ecocardiogramma transesofageo, che però è generalmente preceduto da quello standard normale e da un ecografia transcranica. La bradicardia sinusale, non richiede, invece, alcun tipo di approfondimento diagnostico.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 187XXX

Iscritto dal 2011
eg. dott., grazie di cuore per la sua risposta.
Da quello che ho capito per escludere completamente il forame ovale bisogna eseguire l'eco transeofageo anche se qualche anno fa' l'ecocardio non ha riscontrato nulla? Quindi lei mi consiglia di continuare le indagini?.Un'eventuale forame ovale,secondo la sua esperienza puo' causare problemi neurologici ?il forame ovale di solito e' presente dalla nascita o puo' comparire con l'avanzare dell'eta'?
Chiedo scusa per tutte queste domande,ma purtroppo ho una gran confusione e sono anche un po spaventata visto quello che mi e' capitato ho paura che si possa ripresentare un'altro attacco e causarmi magari danni maggiori alla mielina.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la presenza di un foramen ovale, anomalia congenita, è in genere evidenziabile anche da un esame ecocardiografico, soprattutto se di grosse dimensioni e se le immagini siano di buona qualità. Il foramen ovale, soprattutto se si accompagna ad un aneurisma cribroso del setto interatriale, può esser effttivamente causa di microemboli cerebrali, ma anch'esso spesso è gia sospettabile ad un normale esame ecocardiografico.
Saluti