Utente 253XXX
Buongiorno,

premetto che sono già papà di un bimbo di 2 anni avuto dopo circa 18 mesi di ricerca (successo ottenuto attraverso terapia di mia moglie con clomid), ora siamo alla ricerca del secondo.

Già la scorsa volta feci diverse indagini (visita andrologica, esami ormonali, ecografia testicolare, ecodopploer e spermiogrammi) che non evidenziarono nulla di patologica ma diciamo che i valori degli spermiogrammi non erano ottimali (astenoteratospermia).

Con la ricerca del secondo figlio ho rifatto lo spermiogramma che è peggiorato nei valori ma ha evidenziato un ureaplasma che è stato curato con adeguata terapia antibiotica, ora il nuovo spermiogramma ha evidenziato la risoluzione dell'infezione.

Ora però io mi accorgo che durante l'eiaculazione lo sperma non esce più fuori a getto come un tempo, ma si limita a fuoriuscire con poca energia dal pene, inoltre anche la quantità di sperma è diminuita (infatti ora l'esame evidenzia anche un'oligospermia). Da cosa può dipendere ciò ?

So che non vedendo è difficile dare una diagnosi ... diciamo che chiedo un parere comunque in base alla vostra esperienza .....

Grazie per le risposte che vorrete fornirmi
BC

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro BC,

la mancata "forza" dell'eiaculato potrebbe essere in rapporto con un quadro di patologia uretro-prostatica che potrebbe essere stata determinata dall'ureaplasma ma persistere anche dopo la sua eliminazione
aspetti qualche giorno, se il fenomeno persiste consuklti il suo urologo
cari saluti
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
credo che il problema sia legato alla pregressa infezione; le infezioni prostatiche possono impiegare tempi lunghi per la risoluzione.
sarebbe utile farsi valutare da un urologo